Trattativa aperta. Atlantia a Conte: "Serve intesa, revoca catastrofe per tutti"

Autostrade (Photo: )

Giuseppe Conte ha parlato chiaro. Se Autostrade per l’Italia ha una proposta “transattiva” da presentare, è il momento di farlo, e sarebbe “doveroso” per il Governo prenderla in considerazione. Perché altrimenti il dossier sulla revoca delle concessioni va avanti. Messaggio che Carlo Bertazzo, l’amministratore delegato di Atlantia, società controllante di Autostrade, accoglie e traduce in proposta in un’intervista al Corriere della Sera

Serve “un’intesa su Autostrade con più investimenti e regole inflessibili” dice il manager, spiegando che la revoca della concessione sarebbe “una catastrofe per tutti”. Ribadisce che nel piano presentato, gli investimenti previsti al 2038 (anno di fine della concessione) sono stati aumentati del 40% a 14,5 miliardi di euro, la spesa per manutenzione della rete passerà da oltre 200 a 370 milioni di euro l’anno, per un totale di 7 miliardi.

L’azienda si dice disponibile a “ridefinire condizioni chiare anche sulla revoca. Siamo disposti anche a una riscrittura condivisa dell’articolo 9 della convenzione del 2007” in linea con altre grandi società concessionarie come Terna per la rete elettrica.

 

 

″È inutile negare che sono stati commessi errori e Aspi sta pienamente collaborando con la Procura di Genova affinché ogni responsabilità venga individuata. Oggi abbiamo la piena consapevolezza che la rete autostradale ha bisogno di molti più investimenti e di molta più manutenzione. Per questo a gennaio Aspi ha presentato un nuovo piano industriale con un forte incremento degli investimenti, per il rinnovamento sia e le manutenzioni. Vogliamo ricostruire un rapporto di fiducia con le Istituzioni e i cittadini: abbiamo il dovere di garantire autostrade sicure.... Per noi è importante avere un Concedente implacabile. Senza voler negare gli errori di Aspi, lo Stato che affida un’infrastruttura a un privato deve anche regolare e vigilare rigorosamente. Qui c’è stata scarsa responsabilità da parte di tutti, ma credo che ora sia il momento di guardare al futuro. Noi intendiamo collaborare strettamente con il Concedente per trovare una soluzione nell’interesse pubblico”.

Atlantia torna a contestare la norma contenuta nel decreto Milleproroghe che “ha aumentato l’incertezza sulle regole”, ha portato al declassamento aziendale. “Quella modifica unilaterale al contratto non può che rompere la fiducia degli investitori e bloccare gli investimenti in tutti i settori infrastrutturali, non solo le autostrade. Riduce l’attrattività del Paese” spiega Bertazzo. In caso di revoca poi... 

“Sarebbe una catastrofe per tutti. Verrebbe distrutta un’azienda che ha fatto la storia dell’Italia, con oltre settemila dipendenti e un piano d’investimenti di 14 miliardi. Se dovesse succedere, Aspi farebbe un default da dieci miliardi, con una forte perdita per le famiglie italiane, che detengono 750 milioni di euro di un’obbligazione retail, per Cassa Depositi e Prestiti e la Banca Europea degli Investimenti che hanno 2 miliardi di euro, e per numerosi obbligazionisti italiani e internazionali. Sarebbe pesantemente colpita anche Atlantia, che garantisce cinque di questi dieci miliardi”.

 

Bertazzo conclude dicendo che “una proposta articolata è già stata formalizzato al Governo e siamo in attesa di una risposta. Siamo anche pronti a favorire l’ingresso di soci terzi in Autostrade, anche con quote di maggioranza, nel rispetto dei diritti degli attuali soci di minoranza e di procedure trasparenti”.

 

La ministra delle Infrastrutture, Paola De Micheli, ha affermato che “agli italiani, che sono i proprietari delle autostrade, bisogna garantire di avere condizioni di vantaggi manifesti. Se ci saranno da parte di Aspi idee e proposte di questo tipo, il Governo è disponibile a valutare”. In ogni caso “la decisione finale sarà ispirata all’interesse pubblico e non ad operazioni di consenso”

Love HuffPost? Become a founding member of HuffPost Plus today.

This article originally appeared on HuffPost.

  • Il coronavirus circolerà anche in estate: il parere di un esperto
    Notizie
    notizie.it

    Il coronavirus circolerà anche in estate: il parere di un esperto

    Pur con un numero di contagi assai inferiore, il coronavirus potrebbe circolare anche in estate: è quanto sostiene l'esperto Alessandro Vespignani.

  • Australia, perché i più colpiti dal virus sono i 20enni
    Notizie
    Yahoo Notizie

    Australia, perché i più colpiti dal virus sono i 20enni

    L'11,3% dei casi confermati comprende i giovani tra i 25 e i 29 anni. Il 9,3% quelli tra i 20 e i 25.

  • Coronavirus, "potrebbe aver circolato per anni": lo studio
    Notizie
    Yahoo Notizie

    Coronavirus, "potrebbe aver circolato per anni": lo studio

    Potrebbe aver circolato negli umani per anni prima di sviluppare quelle caratteristiche genetiche che hanno portato alla drammatica pandemia di Covid-19: è questa l’ultima ipotesi sul virus SarsCoV2.

  • Inaugurazione ospedale Fiera, è polemica: “Diventerà nuovo focolaio”
    Notizie
    notizie.it

    Inaugurazione ospedale Fiera, è polemica: “Diventerà nuovo focolaio”

    Diversi utenti del web hanno notato che all'inaugurazione del nuovo ospedale in Fiera a Milano ci siano state molte olccasioni di assembramento.

  • Il comandante della portaerei: "Virus a bordo, marinai non devono morire"
    Notizie
    Adnkronos

    Il comandante della portaerei: "Virus a bordo, marinai non devono morire"

    "I miei marinai non devono morire". E' un passaggio della lettera che il capitano Brett Cozier, comandante della portaerei Theodore Roosevelt, ha inviato ai vertici militari degli Stati Uniti per sollecitare un intervento. A bordo della nave è in corso un'epidemia di coronavirus tra i 4000 membri dell'equipaggio. La Theodore Roosevelt ha attraccato a Guam. Il virus, visti gli spazi ridotti, si diffonde e non è possibile per i marinai isolarsi. "Servirà una soluzione politica, è la cosa giusta da fare", scrive Crozier nella lettera di 4 pagine diffusa dal quotidiano San Francisco Chronicle. "Non siamo in guerra, i marinai non devono morire. Se non interveniamo ora, non stiamo ci stiamo occupando nel modo adeguato del nostro asset più prezioso: i marinai". Solo una piccola parte dell'equipaggio ha lasciato la nave. "La malattia si diffonde e accelera", scrive Cozier, chiedendo "locali adeguati per la quarantena" a Guam "il più presto possibile". "Rimuovere la maggior parte degli uomini da una portaerei nucleare e isolarli per due settimane potrebbe sembrare una misura straordinaria. E' un rischio necessario", aggiunge. "Tenere a bordo 4000 giovani uomini e donne è un rischio non necessario e viola il rapporto di fiducia con quei marinai che confidano nelle nostre cure". Alla Cnn, il segretario alla Marina Thomas Modly ha spiegato che "negli ultimi 7 giorni si è lavorato per trasferire i marinai dalla nave e trovare una sistemazione a Guam", dove però "non ci sono sufficienti posti letto". Per questo, si lavora a soluzioni alternative.

  • Il coronavirus potrebbe danneggiare anche il cuore: i casi italiani
    Notizie
    notizie.it

    Il coronavirus potrebbe danneggiare anche il cuore: i casi italiani

    Secondo quanto emerge dalla ricerca americana il coronavirus potrebbe danneggiare il cuore anche nelle persone sane.

  • Ambra Lombardo scrive a Piero Chiambretti: “Hai combattuto una guerra”
    Notizie
    DonneMagazine

    Ambra Lombardo scrive a Piero Chiambretti: “Hai combattuto una guerra”

    Ambra Lombardo ha scritto un messaggio a Piero Chiambretti, dimesso dall'ospedale dove era ricoverato per Coronavirus.

  • Federico Fashion Style: “Ho avuto tentazioni con ospiti del mio salone”
    Notizie
    notizie.it

    Federico Fashion Style: “Ho avuto tentazioni con ospiti del mio salone”

    Possedere uno dei saloni di bellezza più famosi ha i suoi pro e i suoi contro. A rivelarli è stato Federico Fashion Style.

  • Strangola la compagna e chiama i carabinieri. La vittima studiava Medicina
    Notizie
    Yahoo Notizie

    Strangola la compagna e chiama i carabinieri. La vittima studiava Medicina

    A chiamare i carabinieri è stato lo stesso assassino. In stato confusionale, l’uomo ha avvertito i militari del gesto compiuto.

  • Coronavirus, Berlusconi: "Italiani alla fame, nostro piano è da 100 miliardi"
    Notizie
    Adnkronos

    Coronavirus, Berlusconi: "Italiani alla fame, nostro piano è da 100 miliardi"

    "Per una parte significativa della popolazione questo è un autentico dramma: chi non può contare su uno stipendio fisso, chi ha perso il lavoro, chi viveva di lavoro nero (diciamolo chiaro, ci sono tante persone in questa situazione, inutile negarlo), si è trovato di colpo senza alcun reddito, si è trovato alla fame nel senso letterale della parola". Lo ha affermato Silvio Berlusconi in un'intervista a Radio 105. "Ovvio che a queste persone -ha aggiunto il leader di Forza Italia- bisogna offrire una soluzione subito, direi addirittura nelle prossime ore. Il problema riguarda tutta Italia, ma nel Mezzogiorno la situazione è più grave. Il governo invece purtroppo è ancora in ritardo, ha stanziato una cifra inadeguata e non c'è ancora chiarezza su come queste somme verranno distribuite".  "Occorrono quindi non solo più risorse, ma bisogna anche essere certi che arrivino senza ostacoli burocratici e rapidamente a chi ne ha bisogno. Per esempio -ha detto ancora Berlusconi- ricordo che il mio governo aveva realizzato una social card per consentire alle persone in difficoltà economiche di acquistare i beni di prima necessità". "Nei prossimi giorni presenteremo al governo un piano che prevede di arrivare almeno a 100 miliardi, sperando che bastino. Dobbiamo finanziare la sanità, la spesa sociale, le grandi e le piccole imprese, occorre garantire liquidità al mercato per difendere il tessuto produttivo del nostro Paese. Lo Stato deve dare la sua garanzie alle banche sui prestiti che faranno alle imprese, questo è fondamentale, salvaguardando la continuità aziendale e i posti di lavoro", ha spiegato. "Purtroppo nessuno può fare previsioni attendibili. Da uomo di impresa prima ancora che da uomo politico, so benissimo che ogni giorno che passa paghiamo un prezzo molto elevato al blocco delle attività del Paese", ha detto riferendosi alla data della 'riapertura' del paese. "Però occorre essere responsabili: riaprire troppo presto come qualcuno vorrebbe, prima che il virus sia sotto controllo, potrebbe costarci molto più caro, sia in termini di vite umane, sia di ulteriori danni al sistema economico, se l'epidemia si dovesse ancora aggravare".

  • Coronavirus,Renzi: non aspettare Pasqua per riaprire, governo dia date
    Notizie
    Askanews

    Coronavirus,Renzi: non aspettare Pasqua per riaprire, governo dia date

    "Italia chiusa più del dovuto è condanna al declino"

  • Paolo Ciavarro: “Daremo un calcio all’omofobia”
    Notizie
    notizie.it

    Paolo Ciavarro: “Daremo un calcio all’omofobia”

    Sui social ricompare un vecchio discorso di Paolo Ciavarro sull'omofobia: le parole del giovane gieffino, a pochi passi dalla finale

  • Rebecca De Pasquale dimagrita: “Ho perso 15 kg”
    Notizie
    notizie.it

    Rebecca De Pasquale dimagrita: “Ho perso 15 kg”

    L'ex gieffina Rebecca De Pasquale è dimagrita di ben 15 chili in un mese: ecco qual è il segreto della sua ritrovata forma fisica

  • 17enne scompare dopo una festa 10 anni fa: ritrovato il corpo
    Notizie
    notizie.it

    17enne scompare dopo una festa 10 anni fa: ritrovato il corpo

    Il corpo di Paige, scomparsa dieci anni fa, è stato ritrovato carbonizzato a 45 minuti da casa. Paige era sparita dopo essere andata a una festa.

  • Coronavirus, Fabrizio Corona e la festa di compleanno in quarantena
    Notizie
    notizie.it

    Coronavirus, Fabrizio Corona e la festa di compleanno in quarantena

    In barba ai divieti imposti per l'emergenza Coronavirus Fabrizio Corona ha dato una festa per il suo compleanno.

  • COVID-19, studio: lockdown duro cinese ha evitato 700mila contagi
    Notizie
    Askanews

    COVID-19, studio: lockdown duro cinese ha evitato 700mila contagi

    Misure drastiche hanno impedito una diffusione ulteriore del virus

  • Bonus INPS per Partite Iva può salire a 800 euro: “Ma dimostrino che sono in crisi”
    Notizie
    notizie.it

    Bonus INPS per Partite Iva può salire a 800 euro: “Ma dimostrino che sono in crisi”

    Il bonus INPS per le Partite Iva potrebbe aumentare a 800 euro per i mesi di aprile e maggio, mentre rimane a 600 euro per il mese di marzo.

  • Autismo e coronavirus, un nastro blu per uscire: “Non insultateci”
    Notizie
    notizie.it

    Autismo e coronavirus, un nastro blu per uscire: “Non insultateci”

    Durante l'emergenza coronavirus c'è anche chi insulta dai balconi le mamme dei bambini affetti da autismo nonostante passeggino con un nastro blu.

  • Notizie
    AGI

    Lamorgese: "​Spero che per l'estate potremo andare in vacanza"

    "Ci vuole tempo, cautela, bisogna capire che questo è il momento più delicato e bisogna fare ancora più attenzione ai propri comportamenti. Dopo Pasqua, entro aprile, vedremo i dati come andranno e verranno prese decisioni. Spero che per l'estate potremo andare in vacanza". Lo ha detto la ministra dell'Interno Luciana Lamorgese al programma 'Di Martedì' su La7."La situazione dei contagi - ha osservato - è abbastanza stabile rispetto ai giorni scorsi e ciò fa ben sperare per i prossimi giorni. Il virus si sta estendendo a macchia di leopardo, per fortuna ancora al Sud non ci sono numeri elevatissimi, seguiamo con grande attenzione e cerchiamo di avere la situazione sotto controllo. Di certo questa emergenza, lascerà qualcosa in ciascuno di noi. Dobbiamo cambiare stile di vita, solo così non ci ricadremo"."Dal 10 al 20 marzo - ha sottolineato il responsabile del Viminale - abbiamo fatto 3 milioni di controlli e le sanzioni amministrative sono diminuite, in quanto sono state circa 22mila quindi non moltissime rispetto alle 116mila dei primi giorni di quarantena"."Gli italiani hanno compreso la difficoltà del momento e sono stati attenti a seguire tutte le prescrizioni che sono state date dal governo", ha spiegato ancora. "Ce la stiamo mettendo tutta perché capiamo che è un momento difficile, non soltanto per i lavoratori che sono in cassa integrazione, io ho sempre fatto riferimento alle classi più deboli e fragili che vivevano di lavori occasionali e che certamente vanno tutelati in questa fase di difficoltà economiche per il Paese", ha aggiunto, "la situazione, anche se i dati sono fluttuanti, mi sembra che sia abbastanza stabile rispetto ai giorni scorsi. Ciò ci fa ben sperare per i prossimi giorni".

  • Gentiloni: Ue? Soluzione si trova con la Germania, non contro
    Notizie
    Askanews

    Gentiloni: Ue? Soluzione si trova con la Germania, non contro

    "Nessun paese può essere lasciato solo, tantomeno l'Italia"

  • Notizie
    AGI

    La lezione dell'Albania all'Ue

    È arrivato in Lombardia, come annunciato dal premier Edi Rama, il team di 20 infermieri e 10 medici albanesi mandati per supportare l'Italia, e in particolare gli ospedali di Brescia, nello sforzo contro il coronavirus. "Non siamo privi di memoria", aveva spiegato Rama alla partenza del team, "non possiamo non dimostrare all'Italia che l'Albania e gli albanesi non abbandonano mai un proprio amico in difficoltà. Oggi siamo tutti italiani, e l'Italia deve vincere e vincerà questa guerra anche per noi, per l'Europa e il mondo intero".Ad accoglierli il presidente della Lombardia, Attilio Fontana, e il ministro degli Affari regionali, Francesco Boccia. "Grazie, grazie per essere qua al nostro fianco in un periodo complicato. Siete destinati a Brescia, una delle zone più complicate dell'emergenza. Speriamo che il vostro arrivo coincida con la discesa verso la soluzione" ha detto Fontana, sulla pista dell'aeroporto di Verona.C'era anche Vito Crimi, vice ministro dell'Interno: "Io sono bresciano e per questo vi ringrazio doppiamente, speriamo che il vostro aiuto riesca a lenire la fatica dei nostri medici che sono in prima linea da tante settimane". Molti dei sanitari albanesi hanno studiato in Italia e parlano tutti perfettamente l'italiano."È stata una scelta naturale", ha ribadito in serata il premier Rama a Sky Tg 24. "Tutti noi crediamo che l'Italia e' casa nostra e vederla combattere una guerra così feroce e poi essere lasciata a sé stessa fa molto male". "Ricambiare non è la parola giusta perché non potremo mai ricambiare quello che l'Italia e gli italiani hanno fatto per noi in tempi troppo bui", ha aggiunto, spiegando di aver organizzato questa iniziativa con il visto bravissimo ministro degli Esteri, Luigi Di Maio". "Gli ho accennato questa iniziativa e lui è stato molto ricettivo", ha aggiunto."L'egoismo non ci appartiene. Dall'Albania una lezione di solidarietà", ha commentato lo stesso Di Maio, "grazie al presidente Edi Rama. Sono questi i valori fondanti che l'Europa dovrebbe trasmettere a chi è in difficoltà".

  • Ludovica Frasca presenta il nuovo fidanzato: la foto
    Notizie
    notizie.it

    Ludovica Frasca presenta il nuovo fidanzato: la foto

    Ludovica Frasca, ex velina di Striscia la Notizia, ha un nuovo compagno: il ritrovato amore dopo la fine della storia con Luca Bizzarri

  • Clizia Incorvaia, duro scontro con l'amante di Francesco Sarcina
    Notizie
    Yahoo Notizie

    Clizia Incorvaia, duro scontro con l'amante di Francesco Sarcina

    L'ex gieffina ha incontrato la rivale in amore Grazia. Il faccia a faccia è andato in scena a "Live - Non è la D'Urso".

  • Notizie
    Askanews

    Von der Leyen: bere candeggina uccide voi, non il coronavirus

    Videomessaggio da presidente Commissione Ue contro "fake news"