Trattativa Stato-mafia, giudici Palermo riconvocano Berlusconi

Xpa

Palermo, 3 ott. (askanews) - Silvio Berlusconi dovrà presentarsi l'11 novembre prossimo a Palermo al processo sulla trattativa Stato-mafia, come chiesto dalla difesa dell'ex senatore di Forza Italia Marcello Dell'Utri, potendosi però avvalere della facoltà di non rispondere. Lo ha deciso stamani la Corte d'Assise d'Appello di Palermo, presieduta da Angelo Pellino, che aveva convocato per oggi l'ex presidente del Consiglio. Nei giorni scorsi però, i legali di Berlusconi, Niccolò Ghedini e Franco Coppi, avevano depositato un certificato rilasciato dalla Procura di Firenze, con cui si attesta che l'ex Cavaliere è indagato per le stragi del 1993. Per i giudici palermitani, Berlusconi sarà "un teste assistito", che potrà non rispondere.