Travaglio e la "sua" Caporetto: social insorgono per la gaffe storica

Travaglio e la
Travaglio e la "sua" Caporetto: social insorgono per la gaffe storica (Photo by Marco Piraccini\Mondadori Portfolio\Mondadori via Getty Images)

Un richiamo alla storia italiana per inquadrare l'attuale situazione politica. Che, però, ha dato vita a un erroraccio da penna rossa. Vi è incappato Marco Travaglio, che in un suo editoriale per 'Il Fatto Quotidiano' ha analizzato le difficoltà del centrosinistra e in particolare di Enrico Letta e del PD in vista delle elezioni. La sua metafora su Caporetto si è però tradotta in uno strafalcione che sui social non è stato perdonato.

Marco Travaglio umilia il GF VIP: lo scherzo del figlio a Le Iene

"E ora la fantapolitica. Letta e i vicedisastri Franceschini, Guerini & C., come Diaz dopo Caporetto, si dimettono. E nominano reggente del Pd l'unico leader che ancora scaldi il cuore del fu elettorato di sinistra: Bersani", ha infatti scritto Travaglio. Ciò che il direttore de 'Il Fatto Quotidiano' ha suggerito è uno smottamento del centrosinistra sulle basi della disfatta per eccellenza dell'Italia durante la Prima Guerra Mondiale. Peccato che, all'epoca, le cose andarono molto diversamente.

LEGGI ANCHE: Guerra Ucraina-Russia, Renzi: "Travaglio pagato per sbagliarle tutte"

Nella disastrosa sconfitta a Caporetto, che avvenne nel 1917 e rappresentò un cruciale crocevia per le truppe nostrane nel corso della Grande Guerra, a guidare il fronte dell'Italia non c'era infatti Armando Diaz (come erroneamente suggerito da Travaglio). Il generale al comando dell'esercito era infatti Luigi Cadorna, che fu appunto destituito dopo quel tragico evento.

Travaglio e la
Travaglio e la "sua" Caporetto: social insorgono per la gaffe storica. (Photo by Ivan Romano/Getty Images)

L'errore è quindi duplice. Non soltanto infatti il generale sconfitto fu invitato a lasciare il suo posto (e non si trattò, quindi, di "dimissioni" in senso stretto). Ma Travaglio ha anche confuso il generale di Caporetto. Tanto più che Armando Diaz prese il posto proprio di Cadorna, e proprio la sua promozione permise all'esercito dell'Italia di risollevare le proprie sorti durante il conflitto.

GUARDA ANCHE: Marco Travaglio: ecco quanto guadagna per le ospitate a Otto e Mezzo

Il qui pro quo di Travaglio, inevitabilmente, ha generato ironie e anche reazioni rabbiose su Twitter. Dove qualcuno suggerisce sarcasticamente che "domani dirà che a Vittorio Veneto ha vinto Conte" e altri suggeriscono che "Garibaldi conquistò l'Egitto". C'è poi chi riscrive la storia ancora più in profondità, immaginando un Mussolini che "si dimette dopo l'omicidio Matteotti". Resta il fatto che la metafora bellica si è ritorta pesantemente contro il suo autore. Come una vera e propria Caporetto.