Travolti in moto dopo serata in discoteca: morto anche il secondo ragazzo

Anche Matteo Ferrari, l'amico del giovane Luca Carissimi travolto e ucciso dopo una serata in discoteca da un 33enne, è morto. L'auto guidata da Matteo Scapin lo aveva speronato sulla Vespa dell'amico morto sul colpo. Il giovane di 18 anni è spirato in ospedale e i genitori hanno acconsentito al prelievo degli organi.

L'incidente era avvenuto all'alba di domenica al termine di una lite tra giovani fuori da una discoteca ad Azzano San Paolo (Bergamo). Ieri aveva perso la vita Luca Carissimi, 21 anni. Ferrari era ricoverato in Terapia intensiva all'ospedale Papa Giovanni di Bergamo. I due amici sono stati travolti mentre erano su uno scooter fuori dalla discoteca. Secondo quanto potuto accertare a travolgerli è stato il conducente di un'auto con avrebbero avuto un diverbio all'uscita del locale.

L'investitore, di Curno (Bergamo), viaggiava su una Mini Cooper e dopo l'incidente si è allontanato presentandosi solo dopo tempo alla Polizia. Il 33enne è stato arrestato per omicidio stradale e omissione di soccorso. L'uomo è risultato anche positivo all'alcol test. La tragedia è accaduta fuori da una discoteca dove i tre ragazzi coinvolti avrebbero avuto un iniziale litigio. 

Scapin deve rispondere di omicidio volontario. A inchiodare il conducente della Mini sarebbero le telecamere di sorveglianza che fanno vedere l'auto che affianca la Vespa su cui ci sono Luca e Matteo. Scapin è in carcere a disposizione del pubblico ministero.