Tre amici tornati da Suzhou sono risultati positivi malgrado fossero stati tutti vaccinati

·1 minuto per la lettura
Una veduta di Shangai
Una veduta di Shangai

Tre casi covid a Shangai e una parte della Cina si blinda in tempi record: voli cancellati, scuole chiuse e massimo rigore dopo che tre amici erano tornati da Suzhou ed erano risultati positivi malgrado fossero vaccinati. E la risposta delle autorità è stata veloce e netta: più di 500 voli sono stati cancellati, molte scuole sono state chiuse e i viaggi per turismo sospesi in tutta la megalopoli cinese.

Tre casi covid a Shangai, scatta la macchina delle chiusure per milioni di cinesi

La Cina sta puntando da tempo alla cosiddetta “politica zero Covid”, ma i nuovi contagi non mancano. Zhang Wenhong, capo della task force di esperti di prevenzione del Covid di Shanghai, è stato chiaro: “La Cina ha accumulato molta esperienza nella strategia zero-Covid, quindi la nostra strategia non cambierà”.

Chiusure anche a Suzhou dopo i tre casi covid accertati a Shangai

Ecco perché la stessa città di Suzhou ha chiuso tutte le attrazioni turistiche e imposto il lockdown ai residenti. La norma è quella per cui potranno lasciare la città soltanto dopo aver mostrato il risultato negativo di un tampone. A Pechino la lotta ai focolai Covid ha due direttrici: quella sanitaria pura e quella che cerca di mettere al sicuro la spaventosa macchina economica delle Olimpiadi invernali di febbraio.

Un campus chiuso e due milioni in stop: si tracciano i tre casi covid di Shangai

A Suzhou anche scuole chiuse dopo il tracciamento di un contatto con i contagi di Shangai, il senso della politica ciense è evidente: un contatto accertato e due milioni di persone ferme. Lockdown anche per un campus universitario nella vicina Hangzhou: un membro di staff era stato in contatto con uno dei tre contagiati.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli