Tre consigli per una pasta più green

(Adnkronos) - Anche cuocere la pasta può diventare un gesto green. Uno studio promosso da Unione italiana Food ha calcolato per la prima volta l’impatto ambientale della cottura della pasta, analizzando consumi di energia, emissioni di CO2, utilizzo di acqua. La pasta ha già un impatto minimo, dal campo alla tavola, se confrontato con quello di altri alimenti, ma con tre semplici accorgimenti si potrebbero risparmiare ben 350 milioni di chilowattora. Eccoli: 1. tenere il coperchio sulla pentola, quando si porta l'acqua ad ebollizione. 2. ridurre la quantità di acqua, da un litro a 700ml per 100 grammi di pasta. 3. completare la cottura a fuoco spento, la cosiddetta cottura passiva, che sfrutta il calore già accumulato. Con un consumo medio di 23.5 kg pro-capite di pasta, ogni italiano arriverebbe così a risparmiare in un anno fino a 44,6 chilowattora, 13,2 chili di CO2e e 69 litri di acqua.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli