Tre giornaliste della tv iraniana si scusano per "anni di bugie"

Almeno tre giornaliste della tv pubblica iraniana si sono dimesse, scusandosi con il pubblico per "aver raccontato bugie per anni". A raccontare la 'defezione' delle anchorwoman dell'Iran - sullo sfondo dello sdegno provocato nel Paese dal tentativo di Teheran di insabbiare la responsabilità nell'abbattimento del volo ucraino sui cieli di Teheran - è stato il Guardian.

La giornalista Gelare Jabbari, su Instagram, si è rivolta ai suoi follower, scusandosi per "i 13 anni in cui vi ho raccontato bugie". "È stato molto duro per me credere all'uccisione di nostri connazionali, perdonatemi per averlo saputo tardi", si leggeva nel post che sembra sia stato poi rimosso.

Altre due giornaliste secondo il Guardian hanno fatto la stessa scelta. Si tratta di Zahra Khatami e Saba Rad, dipendenti della tv pubblica Irib, che hanno promesso - in due diversi annunci - di non tornare più alla televisione: "Non posso continuare, perdonatemi", è stato il loro messaggio.