Tre italiani su 10 con rischio cardiovascolare non prendono... -4-

Red/Cro/Bla

Roma, 23 ott. (askanews) - Dunque il web rappresenta, insieme al medico, il principale canale attraverso cui raccogliere e veicolare informazioni sulla malattia cardiovascolare, modelli di comportamento e campagne di prevenzione. "Vogliamo capire l'importanza dei diversi canali e gli strumenti principali che offrono informazioni sulla salute del cuore. Crediamo in interventi mirati con campagne efficaci e scientificamente solide. L'aiuto che la nuova indagine sul mondo social e web ci fornirà, servirà a tarare al meglio le nuove campagne con l'obiettivo di aumentare il livello di consapevolezza della popolazione generale sulle malattie cardiovascolari - conclude Emanuela FOLCO - Questa indagine, fortemente voluta dalla Fondazione Italiana per il Cuore, si chiamerà "Il cuore batte nel web" e ci prepariamo a presentarla a marzo dell'anno prossimo".