Tre piccoli aguzzini bullizzano un coetaneo ma i genitori notano i lividi e denunciano tutto

·2 minuto per la lettura
Bullismo ed estorsione a Cervinara
Bullismo ed estorsione a Cervinara

Orrore a Cervinara, dove un bimbo è stato minacciato e picchiato a soli 10 anni con un successivo feroce ricatto: “Se non paghi pubblichiamo i video”. La brutta storia che sta interessando il comune il provincia di Avellino è l’ennesima legata al bullismo. Un ragazzino di 10 anni sarebbe stato preso a calci e pugni da un gruppetto di coetanei. Non contenti poi i bulli avevano ripreso l’aggressione con un cellulare, Questo allo scopo di estorcere denaro alla loro vittima minacciando di diffondere il video su Internet se non avesse pagato.

Bimbo minacciato e picchiato a 10 anni:vittime ed aguzzini giovanissimi

Come fanno giustamente rilevare i media locali, quello che colpisce di più di questa storia è l’età giovanissima dei protagonisti, con una vittima di dieci anni e tre aggressori che hanno un’età compresa fra i 10 e gli 11 anni. Aggressori che potrebbero essere più di tre, visto che le verifiche degli inquirenti stanno andando avanti. Come sovente accade in questi casi la vittima non aveva parlato con nessuno, né dell’aggressione né dell’estorsione che era giunta a traino.

Bimbo minacciato e picchiato a 10 anni: la paura di parlare, i lividi, i genitori

Aveva paura che la divulgazione, magari a casa, di quello che gli era capitato scatenasse ritorsioni ancora peggiori da parte dei suoi aguzzini. Ma la sua paura peggiore era legata alla possibilità che il terzetto aveva fatto balenare, che cioè il video del suo pestaggio e delle umiliazioni subite, umiliazioni che spesso in casi simili hanno portato a gesti estremi, venisse diffuso in rete non già perché era stato insolvente nel pagare ma “infame” nel parlare. Ma di parlare non c’era stato bisogno: i lividi rimediati nel pestaggio avevano parlato per lui e i genitori, dopo essersi accorti della cosa, lo avevano convito a confidare loro il calvario di cui il piccolo era stato vittima.

Bimbo minacciato e picchiato a 10 anni: la denuncia, le indagini, i pestaggi quotidiani

A quel punto, come da prassi come da prassi, è scattata la denuncia presso il commissariato di Polizia di Cervinara, con gli agenti che hanno ricostruito l’intera vicenda, identificato i giovanissimi bulli ed accertato lo storico agghiacciante della vicenda stessa. Storico datato, visto che, secondo il sito “Il Caudino” che ha lanciato la new, le violenze andavano avanti da tempo. Il bambino veniva picchiato e fatto oggetto di richieste di denaro praticamente ogni giorno.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli