Tre sparatorie negli Stati Uniti

Minneapolis, sparatoria negli Usa e in altre città

A Minneapolis, Usa, sparatoria nella notte tra il 20 e il 21 giugno 2020. Altri episodi della stessa entità si sono verificati anche nella zona commerciale del centro di Austin, Texas, e nello Stato di New York, più precisamente a Syracuse.

Usa, sparatoria a Minneapolis

Sono diverse le sparatorie che hanno sconvolto gli Usa nelle ultime ore. La più grave fra tutte è quella di Minneapolis, avvenuta di notte, per la quale 11 persone sono rimaste ferite e una è morta.

Secondo quanto comunicato dalle Forze dell’Ordine locali, si tratterebbe di adulti, ma non sono in pericolo di vita al momento. La città è proprio quella in cui l’afroamericano George Floyd ha perso la vita durante un arresto, da dove sono poi partite numerose proteste che hanno scatenato anche episodi di violenza.

Altre 2 sparatorie negli Usa

A Syracuse, nello Stato di New York, la sparatoria ha causato 9 feriti, tra i 17 e i 53 anni, durante un assembramento e sembra che l’episodio sia stato reso noto solo quando la Polizia ha risposto alla segnalazione di un veicolo rubato. Arrivati gli agenti sul posto, centinaia di persone si sono riversate in strada, molte delle quali hanno iniziato a correre verso di loro riportando che qualcuno era stato ferito da colpi di pistola. Uno di loro è in condizioni gravi mentre gli altri 8 non sono in pericolo di vita.

Nella zona commerciale del centro di Austin, Texas, altri colpi di arma da fuoco hanno ferito 5 persone, tutte ricoverate al momento presso un ospedale locale, in pericolo di vita. Sconosciute anche in questo caso cause e dinamica della sparatoria.