Treni, Bussolati: R. Lombardia non cancelli abbonamenti solo ferro

Red-Alp

Milano, 31 lug. (askanews) - "La Regione Lombardia non tocchi i pendolari: l'integrazione tariffaria deve incentivare l'utilizzo quotidiano dei mezzi pubblici, non punirlo". Il consigliere regionale lombardo del Pd Pietro Bussolati interviene "sulle voci che vedrebbero la Regione intenzionata, già nella riunione di Giunta di oggi pomeriggio, ad introdurre l'integrazione tariffaria sul servizio ferroviario (cosa positiva e auspicata da tempo) togliendo però gli abbonamenti solo treno, "penalizzando così tutti i pendolari che per i propri spostamenti quotidiani utilizzano unicamente il servizio ferroviario".

"Dopo tante polemiche pretestuose contro il comune di Milano, che ha aumentato il biglietto singolo ma ha ridotto o al massimo lasciato invariati i costi per gli abbonati, la Regione pare intenda applicare aumenti anche del 40% per molti pendolari" ha proseguito Bussolati, sottolineando che si tratterebbe di "un salasso per chi prende solo il treno e si trova a fare i conti con i disagi quotidiani di un servizio scadente".

"Ho presentato - ha concluso - un ordine del giorno al bilancio, solo pochi giorni fa, perché non abolissero le tariffe solo ferro: facciano l'integrazione ma senza penalizzare i pendolari".