Treno bloccato a Domodossola, autisti senza green pass: dietrofront e ritorno in Svizzera

·1 minuto per la lettura
Autisti senza green pass rispediti dall’Italia in Svizzera
Autisti senza green pass rispediti dall’Italia in Svizzera

Il green pass entrato ufficialmente in vigore da venerdì 15 ottobre 2021 nel settore pubblico e privato è diventato subito motivo di polemiche. Nel frattempo sono stati scoperti sei autisti di tir senza certificazione verde. La notizia è stata riportata da La Stampa.

Autisti tir senza green pass, cosa è accaduto a bordo del treno

Il treno che trasportava diversi mezzi pesanti è stato bloccato durante la notte tra giovedì 14 e venerdì 15 ottobre 2021 nella stazione internazionale di Domodossola: il mezzo è stato costretto a fare rientro in Svizzera.

Autisti tir senza green pass, i controlli dopo la mezzanotte

I vagoni dell’autostrada viaggiante permettono il trasporto su rotaia dei mezzi pesanti e attraversa il tunnel del Sempione: si tratta di una supporto importante per l’economia italiana ed europea. I tir erano partiti dalla Germania, precisamente da Friburgo, con destinazione Novara Boschetto. Durante i controlli, avvenuti dopo circa 30 minuti dal via del green pass obbligatorio, sarebbero scattati i controlli della polizia che hanno scoperto 6 autisti su 16 senza certificazione verde.

Autisti tir senza green pass, i controlli dopo la mezzanotte

Dopo i controlli dei colleghi svizzeri sono intervenute le forze dell’ordine italiana in servizio a Domodossola. Il treno è stato rispedito indietro a Briga (Svizzera). Gli autisti dovrebbero essersi sottoposti ai tamponi per poter ottenere, quanto meno, il green pass momentaneo.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli