Treno deragliato, vigili del fuoco: "Macchinisti sbalzati fuori"

webinfo@adnkronos.com

di Maria Antonietta Ferrante - "I macchinisti erano già fuori dal treno, li abbiamo trovati per terra, già deceduti, il primo era vicino al fabbricato e l'altro a una cinquantina di metri. I corpi sono ancora qui". Lo spiega Giuseppe Di Maria, comandante provinciale dei vigili del fuoco di Lodi parlando dal luogo dell’incidente ferroviario. 

Quanto ai feriti, "erano già usciti dal treno con le loro gambe tranne uno, non ci sono feriti gravi, poteva andare molto peggio. Una cosa positiva è che non c'erano molte persone sul treno e nelle prime carrozze che sono quelle che hanno subito i maggiori danni". "I feriti erano spaventati, il nostro personale li ha tranquillizzati", spiega l'uomo tra i primi ad arrivare a pochi minuti dal deragliamento. 

E a chi gli chiede se sono noti i tempi di rimozione del convoglio risponde: "No, dipende da quando il procuratore darà l'autorizzazione. Per ora sta effettuando tutte le indagini necessarie, finché non dà l'ok è tutto sotto sequestro, tranne delle piccole operazioni che stiamo facendo". Sul posto hanno operato circa 25 unità dei vigili del fuoco, ma sulle cause resta assoluta riservatezza: "Le indagini sono in corso e non possiamo dire nulla".