Trenord chiede danni a pendolari, M5s: non infierisca ancora

Red
·1 minuto per la lettura
Image from askanews web site
Image from askanews web site

Milano, 4 feb. (askanews) - Simone Verni, consigliere regionale del M5S Lombardia, ha chiesto oggi in Commissione Infrastrutture e Trasporti, la richiesta di intervento da parte di Regione Lombardia per "dirimere la spiacevole situazione venutasi a creare tra Trenord e l'Associazione pendolari MI.MO.AL colpevoli, secondo Trenord, di diffamazione e violazione del diritto d'autore, per avere usato un video dell'azienda per contestarne ritardi e i disservizi. Ai pendolari è stato chiesto un risarcimento danni di 10mila euro".

Verni ricorda che la linea Milano-Mortara-Alessandria è stata oggetto di bonus 9 volte negli ultimi 12 mesi di rilevazioni ufficiali, da novembre 2019 a novembre 2020, compreso marzo 2020 quando la linea è andata in bonus nonostante, causa pandemia, circolassero solo il 30% dei treni".

"Ho accolto con favore l'intervento della Lega che, pur non condividendo i modi a loro avviso 'violenti' dei pendolari, lettura dal sottoscritto assolutamente non condivisa, ha dato la propria disponibilità ad interloquire con Trenord affinché questa situazione possa risolversi e non infierire ulteriormente sui pendolari che già devono, quotidianamente, sopportare i disservizi di quella linea", conclude Verni.