Trent'anni di nera milanese nel libro fotografico Ultima edizione

Alp

Milano, 6 nov. (askanews) - Una splendida raccolta di foto inedite pescate dal gigantesco archivio de "La Notte", storico quotidiano milanese che andò stampa in tre edizioni giornaliere tra il dicembre 1952 e il gennaio 1995. E' "Ultima edizione. Storie nere dagli archivi de La Notte", un volume di 350 pagine pubblicato da Edizioni Milieu (39 euro), che è stato presentato alla stampa in Prefettura a Milano dagli autori, i fotografi Alan Maglio e Luca Matarazzo, e il giornalista Salvatore Garzillo.

Giornale ultrapopolare e conservatore voluto dal re bergamasco del cemento Carlo Pesenti e affidato per 27 anni alla direzione di Nino Nutrizio, "La Notte" si fece largo a colpi di titoloni spinti dedicati a "fattacci" di cronaca, al calcio e ai film al cinema. Ma era "la nera" a colpire e a stuzzicare di più, facendo vendere copie su copie, grazie a ricostruzioni che non tralasciavano dettagli macabri e particolari raccapriccianti, e grazie alle (grandi e crude) fotografie che accompagnavano i servizi, trasportando il lettore fin dentro la scena del crimine. Cronache e immagini oggi impensabili, appartenenti a un'epoca che sembra più lontana di quello che effettivamente è. Una Milano scomparsa, così come i volti (dei vivi e dei morti) ripresi da fotoreporter che oggi possiamo dire non fossero solo dei professionisti, ma grandi fotografi.

Per realizzare questo volume (partito in realtà nel 2017 come progetto di ricerca), gli autori hanno visionato circa 13mila "negativi" spulciando nei diversi fondi che conservano i materiali del giornale. Si sono concentrati sulle immagini della categoria "Delitti", puntando poi sui casi di cronaca "minori" (a parte "la strage di Moncucco") e quindi sulle immagini da loro ritenute più interessanti e riuscite per poter raccontare il contesto, la quotidianità dei tempi. Le testimonianze dirette di alcuni protagonisti aggiungono profondità a questo racconto, che rimane una storia per immagini, foto di vittime e di carnefici, di investigatori, di testimoni, di curiosi, di vicini di casa e di passanti. Sono loro i protagonisti di una Milano che fu, con i loro sguardi cattivi, allucinati, spaventati o allibiti.

Il libro sarà presentato alle 18 di giovedì 7 novembre alla Libreria Hoepli di Milano e, sempre a Milano ma nell'ambito di Book City, il 15 novembre alle 18.30 al Circolo Arci Bellezza.