Trentino, 700 mila euro per i piccoli comuni

Cro/Ska

Roma, 13 mar. (askanews) - I piccoli Comuni del Trentino, con una popolazione inferiore ai mille abitanti, potranno contare su contributi integrativi concordati tra il Governo e la Provincia autonoma di Trento. Le risorse saranno destinate ad investimenti per la messa in sicurezza di scuole, strade, edifici pubblici e beni patrimoniali pubblici. Il contributo complessivo, stabilito dal ministero dell'Interno per i Comuni del Trentino, ammonta a circa 700 mila euro.

La delibera, approvata oggi dalla giunta provinciale, dà esecuzione al decreto legge (30 aprile 2019, numero 34) che prevede la concessione, da parte del ministero dell'Interno, ai Comuni con una popolazione inferiore a 1.000 abitanti, di contributi per investimenti finalizzati alla messa in sicurezza di scuole, strade, edifici pubblici e patrimonio comunale.

Lo scorso 14 gennaio il ministero dell'Interno aveva stabilito per l'anno 2020 lo stanziamento di circa 700 mila euro per i Comuni trentini. Ad annunciarlo era stato il sottosegretario alla presidente del consiglio, Riccardo Fraccaro, con l'obiettivo di "far ripartire la crescita dei territori e la sostenibilità ambientale".

Le modalità di assegnazione, monitoraggio e rendicontazione dei contributi sono stabilite dallo Stato, che assegna alla Provincia autonoma di Trento il compito di erogare i contributi ai Comuni beneficiari, a seguito delle verifiche effettuate dal Ministero.