Trento, Mercatini di Natale: buon vivere e cura dell’ambiente

featured 1673058
featured 1673058

Trento, 21 nov. (askanews) – Pedalare, pedalare, pedalare: le luci che animano il tradizionale Mercatino di Natale di Trento sono alimentate anche da queste biciclette collegate ad una accumulatore. Certo le bici non sono sufficienti a dare luce a tutti i 75 stand che danno vita ad uno dei più apprezzati mercatini natalizi d’Italia;nessuno se lo aspetta, ma tutti hanno così modo di riflettere e sentirsi chiamati a contribuire sulla necessità di consumi energetici che impattano il meno possibile. E il focus sull’ambiente diventa così una novità importante della 28esima edizione del Mercatino, ma non certo l’unica: anima dell’appuntamento sono la festa, i bambini, e il buon vivere grazie al valore dei prodotti del territorio.

“Le novità di quest’anno sono la particolare attenzione che diamo ai temi della sostenibilità ambientale e la sensibilizzazione verso le tematiche sul risparmio energetico – spiega Matteo Agnolin, direttore dell’Azienda per il Turismo Trento e Monte Bondone – Per quanto riguarda poi la parte commerciale: ci sono quest’anno 75 casette, cinquanta in Piazza Fiera e altre 25 in piazza Cesare Battisti. Ci sono offerte enogastronomiche per chi ha piacere di provare sul posto alcune delle prelibatezze locali, poi ancora vendita di prodotti del territorio e tutti quelli che sono altri prodotti tipicamente natalizi come le casette, gli addobbi e altre idee per i regali di Natale”.

Tra i balconi in concerto, la pista di pattinaggio, il presepe, la ruota panoramica, il Villaggio incantato e il tradizionale trenino elettrico amato dai più piccoli, il vastissimo programma di eventi culturali e di intrattenimento attira visitatori da tutta Italia. “Noi veniamo da Lucca e abbiamo intenzione quest’anno di girare tutti i mercati nidi Italia – racconta una visitatrice del Mercatino – perché il natale è la festa più bella”.

“Conosci questi prodotti? – aggiunge una degli artigiani presenti in piannza a Trento – Sono tutti prodotti a base distelle alpine che coltiviamo qui in Trentino, in Val di Sole. Sono particolarmente indicati per il freddo, e per i problemi della pelle in aggiunta con altre piante come l’arnica o la calendula”.

Per flusso di visitatori e presenza di artigiani e commercianti locali, il Mercatino di Trento è uno degli appuntamenti più importanti della città con una ricaduta economica significativa: ogni anno l’evento attira in città circa mezzo milione di visitatori. “I Mercatini per la città: innanzitutto sono cinquanta giorni di offerta di prodotto turistico, la città viene animata dal 19 novembre fino all’8 gennaio. – conferma ancora Agnolin – Genera un flusso molto importante con circa 150-160 presenze alberghiere nel periodo. Con un indotto stimato tra i 15 e 20 milioni di euro”.