Treviso, donne uccidono uomo a bastonate: "Lo abbiamo fatto per difenderci"

(AP Photo/Lynne Sladky)

Paolo Viaj, 57 anni, è stato soffocato e ucciso a bastonate la scorsa notte a Vittorio Veneto, nel trevigiano.

A compiere l'efferato delitto sono state due donne, le stesse che hanno anche lanciato l'allarme e chiamato i carabinieri quando si sono rese conto dell'accaduto. Sono due amiche, di 52 e 24 anni, che vivevano nello stesso domicilio della vittima.

GUARDA ANCHE: Violenza sulle donne, il codice rosso è legge

E proprio nell'appartamento si sarebbe consumato l'omicidio. La più anziana delle due era la compagna di Viaj. L'aggressione da parte dell'uomo è cominciata per motivi economici, raccontano le donne, che spiegano di essere state costrette a prenderlo a bastonate con un palo per difendersi e di averlo poi soffocato con un cuscino.

LEGGI ANCHE: Accoltellata donna incinta, salvo il bebè

Tutta la vicenda è comunque al vaglio degli inquirenti. Le due amiche sono già state arrestate e sono indagate per reato di omicidio volontario in concorso, anche se per ora non è stato emesso alcun provvedimento restrittivo. Saranno interrogate dal pm di Treviso Romanelli appena saranno dimesse dall'ospedale, dove sono temporaneamente ricoverate per le escoriazioni riportate durante il litigio con Viaj.

GUARDA ANCHE: