Treviso, sospetta morte per “mucca pazza”: autopsia su donna 61enne

mucca pazza

A Pieve di Soligo, in provincia di Treviso, una donna di 61 anni è morta per sospetta malattia di Creutzfeldt-Jakob. L’autopsia disposta sul corpo rivelerà se questa patologia è legata all’encefalopatia spongiforme bovina (BSE), meglio nota come mucca pazza.

Sospetto caso di mucca pazza

Torna la paura della mucca pazza, anche se per il momento c’è solo il sospetto che il decesso di una paziente di 61 anni sia associato alla malattia neurodegenerativa di Creutzfeldt-Jakob legata all’encefalopatia spongiforme bovina (BSE).

L’allarme è scattato lunedì 22 luglio 2019 in una casa di riposo a Pieve di Soligo, in provincia di Treviso, dopo il decesso di una donna. In base alle prime informazioni sembra che l’anziana accusasse sintomi tipici della malattia che conduce ad una forma di demenza progressiva e fatale.

Disposta autopsia

Dopo la morte della donna, sono state attivate così le indicazioni ministeriali predisposte per casi simili. Il protocollo regionale prevede quindi un accertamento autoptico obbligatorio, che sarebbe stato effettuato mercoledì 24 luglio 2019. Saranno i risultati dell’autopsia, disponibili non prima di qualche settimana, a stabilire con certezza le cause del decesso.

Nel caso venisse confermato il fatto che l’anziana soffrisse del morbo di Creutzfeldt-Jakob, i test saranno inoltre in grado di stabilire se la malattia fu causata davvero dalla mucca pazza, in base alla variante della malattia. Solo a questo punto potrebbero essere adottati particolari provvedimenti di sanità pubblica che, al momento, non si rendono invece necessari.