Tricolore, Sassoli: patrioti hanno dato tanto in disciplina morale

Pat

Reggio Emilia, 7 gen. (askanews) - Ci sono tanti "sovranisti nostrani che rinunciano per superficialità a fare i conti con la storia e dunque a porsi il problema delle conseguenze delle proprie azioni". Per questo oggi è opportuno fare memoria dei caduti in guerra, "che ci hanno dato tanto in onore, in coraggio, in fermezza e - diciamolo noi visto che altri ne confondono il significato - in disciplina morale". Lo ha detto il presidente del Parlamento europeo, David Sassoli, nel suo intervento alla Festa del 223° anniversario del Tricolore, a Reggio Emilia.

Sassoli, nel suo intervento al Teatro Valli, alla presenza del presidente della Regione Emilia-Romagna, Stefano Bonaccini, dell'ex sindaco di Reggio Emilia ed ex ministro, Graziano Delrio, e dell'ex premier Romano Prodi, ha richiamato la necessità di "far conoscere ai giovani le storie dei nostri martiri". Di quei "giovani che non sono tornati a casa. Non erano anonimi passanti, ma giovani che ci hanno dato tanto in onore, in coraggio, in fermezza e - diciamolo noi visto che altri ne confondono il significato - in disciplina morale". (segue)