Triennale Milano, da domani la nuova programmazione digital

Lme

Milano, 3 mar. (askanews) - La Triennale di Milano lancia da domani la sua nuova programmazione digital e in streaming con il primo appuntamento: "Verso la XXIII Esposizione Internazionale di Triennale Milano" in programma dalle ore 18.30 e centrato su temi cruciali: "Siamo destinati all'estinzione? Quale futuro ci aspetta domani? Come possiamo riprogettare il nostro modo di abitare il mondo?".

Un gruppo di esperti di discipline diverse (dall'astrofisica alla filosofia, dalla robotica all'arte visiva, dalla geopolitica all'etologia) risponderà a queste domande suggerendo al contempo un tema per la prossima Esposizione Internazionale di Triennale Milano. Il seminario avrà una prima parte ad uso interno ed una seconda aperta a par tire dalle 18.30 - trasmessa in live streaming sui canali di Triennale YouTube e Facebook.

Tra gli ospiti lo storico dell'arte Giovanni Agosti, la curatrice del MoMA e della XXII Triennale Paola Antonelli, la virologa Ilaria Capua, il filosofo Leonardo Caffo, il direttore del Castello di Rivoli Carolyn Christov-Bakargiev, lo scrittore Gianluigi Ricuperati.

Il seminario, con il coordinamento di Laura Agnesi, Laura Maeran e Marco Sammicheli, è il primo di tre eventi propedeutici alla def inizione del tema e del curatore della XXIII Esposizione internazionale di Triennale Milano, che si svolgerà nel 2022.

Stefano Boeri, Presidente di Triennale Milano, e il comitato scientifico dell'istituzione - Umberto Angelini, Lorenza Baroncelli, Lorenza Bravetta, Joseph Grima - hanno invitato curatori, intellettuali, ricercatori di vari ambiti disciplinari sia a presentare il loro programma di ricerca e la loro metodologia di lavoro sia a suggerire spunti per orientare il tema della prossima XXIII Esposi zione Internazionale, che dovrebbe mantenere una continuità critica con l'approccio propositivo che ha contraddistinto Broken Nature , XXII Esposizione Internazionale, curata da Paola Antonelli e dedicata alle forme di "ricostituzione" di una natura letta come spezzata, manipolata, trasfigurata dall'Antropocene. La volontà è quella di rendere il processo di individuazione del prossimo tema della Triennale partecipato e condiviso.