Trieste, 17enne accoltellato: c'è un fermato

Un 15enne si è costituito alla polizia confessando di essere l'aggressore del giovane di 17 anni accoltellato presso la Scala dei Giganti di Trieste sabato sera. Il 17enne, colpito da un fendente all'addome, è ancora ricoverato in ospedale ma non sarebbe in pericolo di vita.

Il ragazzino, costituitosi e sottoposto a "fermo di indiziato di delitto" in quanto ritenuto responsabile dei reati di tentato omicidio aggravato e porto di armi od oggetti atti ad offendere, si è presentato in Questura domenica pomeriggio. Secondo quanto riportato dall'Ansa sarebbe un nordafricano per il quale è scattato il trasferimento presso una comunità per minorenni nel Triestino.

LEGGI ANCHE - Trieste, 17enne accoltellato: la dinamica

La Procura sta inoltre vagliando la posizione di un giovane kosovaro di 18 anni, già noto alle forze dell'ordine, che potrebbe aver preso parte alla lite nella quale il 17enne è stato accoltellato. Fermato alcune ore dopo l'aggressione, il kosovaro avrebbe confessato di essere stato presente nel corso della lite senza però prenderne parte, l'intervento è arrivato solo per allontanare il 15enne dalla vittima.