Trieste, i contagiati durante i cortei no Green Pass non erano vaccinati

·1 minuto per la lettura
(Photo by Federico Vespignani/Anadolu Agency via Getty Images)
(Photo by Federico Vespignani/Anadolu Agency via Getty Images)

Tutte e 46 persone le persone che sono risultate positive al Covid-19 dopo aver partecipato ai cortei contro il Green Pass organizzati a Trieste e Gorizia nei giorni scorsi non sono vaccinate contro il virus. Lo ha fatto sapere Fabio Barbone, l'epidemiologo che guida la task force anti-Covid in Friuli-Venezia Giulia. 

L'esperto ha spiegato che i manifestanti sono scesi in piazza “senza mascherina, trascorrendo molto tempo assieme, gomito a gomito, a contatto anche con gente da fuori, in un periodo in cui il virus già a fine agosto aveva iniziato a circolare di più rispetto a fine giugno e luglio. Se c'era anche qualcuno asintomatico, il virus si è diffuso più facilmente. È la tempesta perfetta".

LEGGI ANCHE - No Green Pass: si dimette Stefano Puzzer, il leader del Coordinamento dei portuali di Trieste

E ANCHE - Covid, no pass positivo: "Colpa degli idranti". Interviene Burioni

VIDEO - No green pass: il raduno dei portuali di Trieste blocca la logistica

Questi positivi, tuttavia, potrebbero essere "solo la punta dell'iceberg" del "focolaio più importante in regione", individuato "dopo un processo di contact tracing abbastanza complesso da parte del dipartimento di Prevenzione di Trieste e Gorizia".

Tra i contagiati (tra cui sono presenti anche otto lavoratori portuali, sette a Trieste e uno a Monfalcone), vi sarebbe anche una malata grave, ricoverata in ospedale.

VIDEO - Green Pass, minacce al sindaco di Milano

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli