Trieste: lutto cittadino a Trieste

Fdm

Trieste, 5 ott. (askanews) - La città di Trieste si è risvegliata sgomenta per la tragedia costata la vita ai poliziotti Pierluigi Rotta e Matteo Demenego,le cui salme hanno lasciato la Questura questa notte. Un fatto così grave non era mai accaduto in città ed è per questo che il sindaco Roberto Di Piazza ha proclamato per oggi il lutto cittadino.

"E' la prima volta che lo faccio", ha detto, aggiungendo che è inspiegabile quanto avvenuto a seguito di un semplice furto di motorino. I palazzi delle istituzioni sono già listati a lutto. Il vertice con il ministro dell'Interno Luciana Lamorgese, il Capo della Polizia, Franco Gabrielli, il ministro Stefano Patuanelli, triestino, e le altre autorità, si è concluso dopo mezzanotte. Si è tenuto in Questura dove sono arrivati anche i parenti delle vittime.

Dai primi riscontri sembra che il domenicano, Alejandro Augusto Stephan Meran, con regolare permesso di soggiorno, che ha ucciso i due agenti, abbia sottratto ad entrambi la pistola. Ed armato era anche suo fratello, Carlysle Stephan Meran, fuggito all'esterno della Questura, dove è stato bloccato dopo una sparatoria. Una quindicina, dicono le testimonianze, i colpi sparati. Sono rimasti feriti un agente e Carlysle Meran: sono ricoverati in ospedale. Questa sera, in città, sarà celebrata una messa e si terrà una fiaccolata.