Trieste, prosegue monitoraggio ambientale su Ferriera

Fdv

Trieste, 27 gen. (askanews) - "La trattativa per gli ultimi dettagli ambientali, occupazionali e imprenditoriali delle istituzioni con le società Siderurgica Triestina e Gruppo Arvedi non prevede deroghe alle autorizzazioni né ai controlli dell'Arpa FVG e della Direzione Difesa dell'Ambiente". Lo ha affermato l'assessore alla Difesa dell'Ambiente, Energia e Sviluppo sostenibile della regione Friuli Venezia Giulia Fabio Scoccimarro ribadendo "l'impegno di tutti affinché si trovi l'intesa pubblico-privata sull'accordo di programma della Ferriera di Servola che prevede lo spegnimento e dismissione dell'area a caldo. Parallelamente all'azione politica, tuttavia - ha aggiunto l'assessore -, vi è quella tecnico-amministrativa che monitora l'impianto di Servola".

A proposito dei controlli e dell'attenzione continua sullo stabilimento degli organi regionali, Scoccimarro ha ricevuto rassicurazioni "che voglio estendere alla cittadinanza in merito all'"incidente" odierno. Stando alle informazioni ricevute anche dai Vigili del Fuoco - ha riferito l'assessore -, alle 16.15 di oggi si è verificata l'esplosione di un tubo con del gas all'interno. Ora l'azienda dovrà fornire una relazione che gli uffici competenti valuteranno".

"Già qualche giorno fa, quindi prima di quest'ultimo episodio, e anche in virtù delle segnalazioni giunte dai residenti sulla qualità dell'aria, avevo chiesto ai miei direttori e funzionari un incontro con la società per predisporre un cronoprogramma amministrativo e tecnico su questa fase storica relativa alla chiusura dell'area a caldo - ha concluso Scoccimarro -. Un tanto per poi convocare una conferenza stampa in cui dare notizia ai cittadini di quanto sta avvenendo nello stabilimento di Servola".