Trieste, sindaco: "Siamo in guerra"

webinfo@adnkronos.com

"I poliziotti devono rendersi conto che siamo in guerra, c’è questa gentaglia in giro e dobbiamo aumentare le risorse a disposizione". A dirlo il sindaco di Trieste Roberto Dipiazza all’emittente locale Telequattro.  

"Ho deciso – ha detto il sindaco – di proclamare il lutto cittadino. Io mi trovavo davanti al luogo in cui stava scappando lo sparatore, all'esterno della questura. Poi mi sono allontanato per evitare di dare l'impressione di approfittare del mio ruolo per stare sulla scena del crimine".