Trieste, "a sparare il fratello con problemi psichici"

webinfo@adnkronos.com

Avevano regolare permesso di soggiorno da dieci anni i due fratelli dominicani Alejandro Stephan Meran e Carlysle Stephan Meran che hanno dato vita alla sparatoria nella Questura di Trieste. E' quanto apprende l'Adnkronos da fonti inquirenti. Secondo quanto ricostruito, a sparare e uccidere i due poliziotti, l'agente Pierluigi Rotta, di 34 anni, l'agente scelto Matteo Demenego, di 31 anni è stato Alejandro Stephan Meran, affetto da problemi psichici, che era stato portato in questura dopo essere stato fermato per una rapina. Accompagnato in bagno, all'uscita ha sfilato la pistola a uno dei due poliziotti e ha iniziato a sparare a bruciapelo contro gli agenti. In queste ore il pm di turno sta interrogando il fratello dell'assassino.  

POTREBBERO INTERESSARTI ANCHE 

Chi sono gli agenti uccisi  

"Sono morti entrambi", l'audio choc sugli agenti  

L'audio della poliziotta: "Uno dei due aveva fatto una rapina"