"Troppa realtà": in Toscana teatro e musica europee per riflettere sul mondo

"Troppa realtà": è il titolo del Kilowatt Festival di quest'anno, che si è appena concluso dopo due ricche settimane di teatro, danza, musica e arte circense, oltre a convegni, dibattiti, feste e anche momenti poetici.

Il festival, che dalla tradizionale sede di San Sepolcro quest'anno ha spostato metà della programmazione a Cortona, è capostipite del circuito europeo Be SpectACTive e ha una proiezione fortemente europea e una vocazione sperimentale. Nel circuito è il pubblico a selezionare una parte della programmazione.

Introspettiva quest'anno, un po' retrospettiva se si pensa alla pièce su Matteotti, ma è anche prospettiva, un'ampia prospettiva sulle tendenze del futuro ma anche sull'interpretazione artistica della realtà. Una realtà sempre più difficile da leggere, oltre che da vivere. E il titolo fa riferimento a una famosa frase di Thomas Stearns Eliot: "Il genere umano non può reggere troppa realtà".

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli