Troppe persone dal parrucchiere dei vip in Sardegna. È stato chiuso

Adriano Porqueddu
·2 minuto per la lettura

AGI - Tour non proprio fortunato, quello in Sardegna, di Federico Fashion style, noto parrucchiere dei vip e personaggio televisivo. È stato sanzionato il salone di Sassari dove Federico Lauri stava servendo le sue clienti della città.

Sul posto la polizia locale che in un blitz, su segnalazione di un cittadino, ha trovato dentro il salone 'So glam hair designer' quindici persone, tra cui il noto hair stylist, cinque dipendenti, sei clienti e altre tre in attesa. “Abbiamo fatto concludere i trattamenti in corso", spiega Gianni Serra comandante della Polizia locale di Sassari, "e poi abbiamo applicato la chiusura d'urgenza per i prossimi tre giorni”. Nel pomeriggio sono proseguite le operazioni di accertamento per i verbali e i sigilli: “Per ora la sanzione certa è per il titolare del salone", precisa Serra. "Restano da chiarire le posizioni dei singoli”.

Distanze non rispettate

Il salone non aveva esposto all'esterno il cartello con il numero di persone ammesse. Inoltre, per le norme di contrasto al diffondersi del coronavirus, possono essere occupate solo postazioni alternate, mentre nel salone erano tutte piene. Due dipendenti stavano lavando i capelli alle clienti - secondo quanto accertato dalla polizia - senza mantenere le distanze di sicurezza. Infine, sempre per le linee guida anti-Covid, è possibile accedere al salone soltanto nell'orario dell'appuntamento precedentemente concordato, mentre all'interno del locale c'erano tre persone in attesa. In tutto quindici, molto oltre i parametri stabiliti dalla normativa.

 Alcuni riscontri del numero eccessivo di persone nel salone compaiono anche nelle stories sul profilo Instagram da oltre un milione di followers pubblicate dallo stesso Federico Fashion Style, dove si vanta che il salone sia pieno: "Siamo full - scrive sul suo account - e meno male che i sardi non avevano accettato il mio tour”.  Federico Lauri è sbarcato nell'isola, ancora in zona bianca la scorsa settimana, da Roma in zona rossa con una coda di polemiche: “Sono arrivato in Sardegna registrandomi sulla app istituzionale e facendo il tampone", aveva precisato il parrucchiere. A chi ho tolto il lavoro? Anzi, l'ho portato il lavoro. La gente è cattiva”. 

Polemiche sui social in occasione della tappa a Cagliari 

Nella prima tappa a Cagliari, nell'ultimo giorno di zona bianca, la sua cena in ristorante aveva scatenato altre polemiche sui social, tanto che l'indomani il parrucchiere ha trovato la sua macchina danneggiata: “Non avete capito che la macchina me la sistemo ugualmente", aveva replicato Lauri in un videomessaggio sui social. "Secondo me, sono anche anche le persone che vengono incitate all'odio, e non voglio far nomi. Cosa ho fatto di male? Io sto andando a lavorare, perché sono un imprenditore e sono una persona che lavora continuamente". Lauri, preoccupato, ha chiesto alla polizia delle tappe sarde successive di poter custodire la sua macchina nel parcheggio del comando. Quella di Sassari è la sesta tappa del tour sardo del parrucchiere dei vip, protagonista in televisione di un format incentrato sul suo lavoro e la sua vita.