Trova la tigre! La nuova illusione ottica che ha appassionato il web

Le illusioni ottiche si possono nascondere anche nelle situazioni più imprevedibili. Come? Ad esempio grazie all’aiuto di inconsapevoli protagonisti, rimasti immortalati dentro foto e video che poi fanno il giro del web.

Un esempio è una tigre che è stata fotografata all’interno di un parco a Orsa, in Svezia. Qui c’è il più grande parco al mondo per orsi polari, con una popolazione limitrofa che supera di poco i 5000 abitanti umani. In questa attrazione e riserva ci sono pure tigri e leopardi, e vengono bene in foto – pur nascondendosi. Guarda la foto qua sotto: riesci a trovare l’animale?

Riusciresti a trovare la tigre nascosta in questa foto scattata nel parco di Orsa, in Svezia? (Foto: INGO GERLACH / CATERS NEWS)

La tigre è riuscita a trovare il posto giusto per camuffarsi nella neve, in una giornata di sole e di condizioni climatiche similari a quelle presenti nella sua terra d’origine, la Siberia. Il fotografo tedesco Ingo Gerlach, 66 anni e grafico di professione, non si aspettava di fare uno degli scatti migliori della sua vita.

Se non ce l’hai fatta, ti aiutiamo noi: ecco nel cerchiolino la tigre nascosta. (Foto: INGO GERLACH / CATERS NEWS)

Ha detto Ingo: “La tigre stava camminando in una zona aperta, ma poi si è seduta dietro a un avvallamento in mezzo alle fronde. Io stesso avrei faticato a trovarla se non l’avessi seguita con l’obiettivo“.

La tigre fotografata per intero mentre affonda le zampone nella neve fresca. Si tratta di un esemplare maestoso, un vero splendore. (Foto: INGO GERLACH / CATERS NEWS)

Le tigri siberiane sono in pericolo d’estinzione. Il numero degli esemplari nel mondo si è ristretto a poche centinaia, per i motivi classici: riduzione dell’habitat per la presenza umana; riduzione delle prede naturali; caccia di frodo per la pelliccia.

A occhi chiusi nella neve, in mezzo alle fronde: complimenti al fotografo per aver immortalato lo scatto giusto (Foto: INGO GERLACH / CATERS NEWS)

Ci sono diversi piani per aumentare il loro numero nel mondo, in particolare in Russia, in Cina e in Kazakistan. In quest’ultimo paese si vuole introdurre la specie per ‘sostituire’ la tigre del Caspio, specie estinta alla fine degli anni settanta.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE: