"Trova l'erba nell'orsacchiotto?". L'esilarante reclutamento dei doganieri svizzeri

Manuela D'Alessandro
·1 minuto per la lettura

AGI - Le pubblicità svizzere per tradizione utilizzano spesso un linguaggio che da noi italiani può essere percepito ai limiti del surreale. Questa volta le Dogane elvetiche, uno dei simboli del Paese rossocrociato, si sono sbizzarrite per reclutare le guardie d'oltre confine con una serie di manifesti che troneggiano in questi giorni per le strade di Lugano.

Tra i più buffi quello che raffigura un tenero orso che sembra tenere in una zampa delle foglie di marijuana con la scritta eloquente: "Erba nell'orsacchiotto. L'avresti trovata anche tu? Non esitare a candidarti per la Dogana!".

Sempre a sfondo zoomorfo un altro manifesto che mostra un ben più insidioso "Cobra nella valigia". Qui si fa appello alla virtù del coraggio degli aspiranti al posto di lavoro. "Avresti mantenuto anche tu il sangue freddo? Non esitare a candidarti per la Dogana!".

Ma al futuro doganiere viene richiesto anche di saper scovare dei fuochi d'artificio in un luogo non proprio canonico, il motorino.  Di certo, stando agli appelli lanciati dalle Dogane, nel curriculum della guardia non può mancare una bella dose di fantasia.