Trova un videogioco vecchio di 30 anni in soffitta: vale 10mila euro

Il videogioco Kid Icarus

A volte è nella soffitta di casa che si nascondono i più inaspettati tesori. Lo dice da oggi anche il signor Scott Amos di Reno, città del Nevada negli Stati Uniti, proprietario ancora per qualche giorno di un reperto del 1987 che potrebbe valergli un guadagno netto di 10mila dollari, al cambio attuale circa 9mila euro.

L'uomo ha trovato una copia del videogioco Kid Icarus, usabile sulla piattaforma Nintendo Entertainment System, ancora incartata nella confezione originale e dunque mai utilizzata. Una scoperta che lui stesso non ha pensato fosse così 'ricca', pur avendo l'accortezza di non 'distruggere' la confezione.

Il videogioco era costato una trentina di euro, e dopo più di 30 anni ne vale migliaia. Amos pensava valesse sì e no, oggi, un centinaio di euro; è la casa d'asta Heritage Auctions che l'ha convinto a mettere il pezzo a disposizione del pubblico, dandogli l'opportunità di guadagnare molti soldi in un sol colpo.

Secondo Valarie McLeckie, consulente di Heritage Auctions per il settore videogiochi, la copia originale del gioco è rarissima, e ce ne sono meno di 10 esemplari in circolazione. Questo di Scott Amos è l'unico ancora 'libero' dalle grinfie dei collezionisti.

Interessante anche la storia dietro all'acquisto: la data risale al mese di dicembre, e dunque il videogioco poteva essere un regalo di Natale. Ma nessuno l'ha mai visto in realtà, perché lo stesso Scott si ritiene essere un pessimo 'videogiocatore'. Evidentemente il mancato utilizzo ha portato la copia a finire in soffitta.

Il videogioco si base sulla mitologia greca; il protagonista 'Pit' deve salvare Palutena, la dea della luce, dalla cattiva Medusa, la dea dell'oscurità. Niente di trascendentale, ma il valore di un oggetto originale non si discute!