Trovaprezzi.it, lockdown spinge acquisto di robot ed elettrodomestici per pulizia casa

·5 minuto per la lettura
default featured image 3 1200x900
default featured image 3 1200x900

Roma, 13 apr. (Labitalia) – La pandemia ha inevitabilmente rivoluzionato anche il rapporto con la casa e nell’ultimo anno, sulla spinta della ritrovata centralità della casa nelle nostre vite, il concetto di smart home è diventato più reale e tangibile per molte persone con il triplice vantaggio di garantire risparmio, sicurezza e comodità. Trovaprezzi.it, il comparatore di prezzi online leader in Italia, ha dedicato un osservatorio specifico agli elettrodomestici per la pulizia degli ambienti casalinghi, delineando alcuni trend interessanti emersi nell’ultimo anno.

Se nel 2020 il comparto della domotica valeva circa 566milioni di euro, si stima che entro il 2023 il giro d’affari dovrebbe addirittura superare il miliardo di euro (Rapporto Smart home 'Internet of things nelle case italiane' – Centro Studi Tim). A crescere sono state soprattutto le vendite effettuate dai negozi esclusivamente online, segnando +20% nell’intero anno 2020. A fare da traino sono stati soprattutto gli assistenti vocali ma anche tanti piccoli elettrodomestici smart comandabili da remoto, come ad esempio il robot aspirapolvere (osservatorio Internet of Things della School of Management del Politecnico di Milano).

La diffusione del coronavirus ha infatti posto maggiormente l’accento sul tema della sanificazione e della pulizia profonda degli ambienti di casa. Anche gli elettrodomestici sono diventati così sempre più intelligenti e funzionali, consentendo di risparmiare tempo a chi in casa deve dedicarsi al lavoro e alla gestione della famiglia, ma è anche attento alla salute e alla qualità della vita di tutti i membri. La preferenza per questa tipologia di dispositivi è risultata evidente anche dalle analisi di Trovaprezzi.it.

Nei primi tre mesi del 2021 è emerso un reale interesse per la categoria Aspirapolvere e Pulitrici: a gennaio 2021 le ricerche sono state oltre 380mila, con una crescita del 33% rispetto a gennaio 2020. Il trend si è mantenuto in linea durante febbraio (circa 280mila ricerche) con una percentuale di crescita del +36% rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente, mentre per il mese di marzo 2021 la crescita anno su anno si è fermata al 15% (seppur con circa 300mila ricerche).

Una delle categorie che ha maggiormente beneficiato degli effetti della pandemia è stata trattamento aria, che include tutti i dispositivi utili alla ventilazione e alla depurazione dell’aria. L’esigenza di migliorare la salute e la qualità della vita a partire dagli ambienti domestici ha spinto molti italiani all’acquisto e all’installazione di impianti di ventilazione in casa che potessero assicurare un corretto ricambio d’aria nei locali chiusi. Si tratta di una categoria che in passato ha goduto di minore interesse su Trovaprezzi.it e che oggi, invece, ha visto crescere notevolmente le ricerche degli utenti.

Nella settimana 10-16 febbraio 2020 si registravano 3mila ricerche ma già nelle settimane successive, nella prima fase di lockdown, si è evidenziata una crescita notevole rispetto alla settimana di riferimento (+65% tra il 16 e il 22 marzo 2020 e + 105% tra il 13 e il 19 aprile 2020). Nel primo trimestre del 2021 le ricerche sono ulteriormente aumentate: oltre 52mila nel mese di gennaio (+75% rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente), oltre 42mila a febbraio (+83% rispetto al febbraio 2020) e circa 40mila a marzo (+44% rispetto al marzo dell’anno scorso).

Con oltre 12mila ricerche nel 2021, il Beghelli sanificaaria 30 (acquistabile a partire da 181 euro) è stato il dispositivo più ricercato per il trattamento dell’aria. Si tratta di uno strumento dotato di tecnologia a raggi UV-C in grado di rimuovere virus e batteri fino al 99,9% che, grazie al suo design essenziale e moderno, si adatta ad ogni ambiente di casa e non solo. Altrettanto apprezzati, grazie al loro innovativo stile, anche i purificatori e ventilatori Dyson (oltre 3.500 ricerche per i Dyson Pure Cool): dotati di sistema di filtrazione, consentono di diffondere nelle stanze flussi potenti e uniformi di aria purificata (a partire da 260 euro per il ventilatore da tavolo Dyson AM06).

Tra gli aspirapolvere è un vero testa a testa tra Vorwerk e Dyson, i brand leader del settore. L’ultimo modello di Folletto (VK 220S) è dotato di un sensore ad ultrasuoni che riconosce in modo automatico la diversa superficie da trattare così da adattare la potenza e l’assetto di pulizia. Il prezzo di vendita è di circa 490 euro, in calo rispetto ai mesi precedenti. Il Dyson V11 ha però convinto maggiormente gli utenti: considerando tutte le versioni disponibili (Absolute, Absolute Extra, Absolute Extra Pro, Animal Extra e Torque Drive Extra) ha superato le 15mila ricerche tra gennaio e marzo, contro le 12mila del Folletto. Degno di nota è anche il Dreame V11 (disponibile a partire da 310 euro), l’aspirapolvere senza fili economico dell’azienda cinese Dreame: ha raccolto oltre 3mila ricerche e si distingue grazie alla lunga autonomia e alla potenza del motore.

Il robot aspirapolvere più apprezzato del momento è invece il Roborock S5 max di Xiaomi con circa 11mila ricerche. Con 380 euro si può acquistare un device intelligente che non solo aspira ma lava anche i pavimenti; al termine del ciclo di pulizia (autonomia di circa 3 ore) e lavaggio (fino a 120 minuti e a 200 mq di superficie) il robot andrà da solo a ricaricarsi nella sua base. Sono degni di nota anche i robot Roomba di iRobot (circa 2mila ricerche, a partire da 190 euro per il modello 605), che permettono il monitoraggio tramite app e sono utilizzabili persino con un comando vocale grazie alla compatibilità con Alexa e Google Assistant. Il Deebot Ozmo 920 di Ecovacs (acquistabile a partire da 360 euro) ha invece registrato 1.300 ricerche da inizio anno: si può gestire da app Ecovacs Home ed è dotato di riconoscimento automatico dei tappeti e mappatura dell’ambiente.