Trovata in Germania la "Signora di Bietikow", mummia di oltre 5 mila anni

Salvatore Carloni
·2 minuto per la lettura

AGI - Le ossa sono state scoperte accidentalmente a maggio durante i lavori a Bietikow, nella regione del Brandeburgo, che circonda Berlino: la "Signora di Bietikow" molto probabilmente visse tra il 3.400 e il 3.300 a.C. Questa donna, indubbiamente deceduta intorno ai quarant'anni, sarebbe stata contemporanea di Ötzi, l'"uomo di ghiaccio" i cui resti mummificati furono scoperti nel 1991 in un ghiacciaio alpino, al confine tra Italia e Austria.    

 "Quindi puoi confrontare Ötzi e la signora di Bietikow in termini di età. Ma la scoperta dell'uomo di Tisenjoch, cioè Ötzi, è stata molto più spettacolare in termini di stato di conservazione", spiega ad AFP l'archeologo Philipp Roskoschinsky. 

"Era una mummia naturale. Ciò significa che non solo le ossa sono state preservate, ma anche tutti i tipi di materia organica, pelle, organi, ecc.", descrive. Nel Brandeburgo, non lontano dal confine con la Polonia, solo ossa, con resti di indumenti, sono state scoperte, per caso, durante i lavori di sterro per la costruzione di turbine eoliche. Questi resti, tuttavia, mostrano che questa donna fu sepolta durante il periodo neolitico, più di 5.000 anni fa, in una posizione accovacciata, una delle più antiche forme di sepoltura dei morti. 

"Le poche ossa di 'Lady of Bietikow' sono già istruttive. All'epoca, i cereali venivano introdotti nel cibo e nel commercio quotidiano", racconta l'archeologo. "Rispetto agli animali, i cereali possono essere conservati meglio e utilizzati più facilmente come mezzo di pagamento. Tuttavia, questo ha spesso portato a un deterioramento della salute della popolazione", aggiunge Roskoschinsky. 

"Alcuni denti sono abbastanza consumatii", aggiunge Bettina Jungklaus, anche lei archeologa, descrivendo in dettaglio la mascella dello scheletro. "Normalmente c'è dello smalto sulla superficie dei denti. Qui però è molto consumato. Lo smalto è completamente assente e questo ci permette di trarre conclusioni sull'alimentazione: era indubbiamente molto ricco di fibre, molto duro", secondo l'archeologo. 

Ulteriori esami tenteranno ora di determinare se la donna proviene effettivamente da questa regione o se è emigrata. Ötzi, l'"Ice Man" più o meno contemporaneo alla "Lady from Bietikow", indossava un copricapo di peli d'orso e leggings di pelle di capra. Il corpo di Ötzi era ricoperto da 57 tatuaggi, una delle tracce più antiche della pratica mai scoperte. Le spoglie di Ötzi, conservate al museo di Bolzano  attirano circa 260.000 visitatori all'anno.