Trovata l'arma compatibile con l'omicidio del 19enne Paolo Stasi

Paolo Stasi
Paolo Stasi

Paolo Stasi, 19 anni, è stato ucciso davanti casa sua, a Francavilla Fontana. Nel garage di un uomo di 54 anni è stata trovata una pistola che sembra essere compatibile con l’arma del delitto.

19enne ucciso davanti a casa: trovata arma compatibile con il delitto

L’arma che ha ucciso Paolo Stasi, 19 anni, a Francavilla Fontana, lo scorso 9 novembre, sarebbe una pistola a tamburo calibro 32 con matricola abrasa. Le forze dell’ordine hanno sequestrato la pistola ad un uomo di 54 anni, arrestato per detenzione abusiva di arma clandestina e munizioni. I Ris lavorano per accertare la compatibilità dei proiettili calibro 7.62 con quelli che hanno ucciso il ragazzo davanti al portone della sua abitazione. La pistola è stata torvata nel garage del 54enne, ma per il momento la compatibilità è solo un’ipotesi. Si continua ad indagare sulle dinamiche del delitto e gli inquirenti mantengono il massimo riserbo.

Le indagini coinvolgono le telecamere di videosorveglianza

Chi indaga avrebbe già individuato una pista e forse anche un sospettato. Per ricostruire la dinamica dei fatti, le forze dell’ordine hanno visualizzato le immagini delle telecamere di videosorveglianza. Vicino all’abitazione del giovane ce ne sarebbero 5 e avrebbero ripreso l‘auto del killer allontanarsi a tutta velocità. Gli inquirenti hanno disposto il sequestro dei dispositivi elettronici della vittima. Secondo quanto raccontato da chi lo conosceva, il 19enne era molto riservato e aveva una cerchia di amici ristretta.