Trovati anche alcuni cani sbranati

·1 minuto per la lettura
Pantera nera
Pantera nera

Torna la psicosi pantera nera in Puglia. Questa volta ad Ostuni, oltre ad alcune impronte, sono stati ritrovati alcuni cani morti, forse sbranati dal grande felino.

Prima di Ostuni la pantera era stata segnalata nelle campagne di San Severo

Torna l’allarme “Pantera Nera” in Puglia. Già a gennaio infatti, un felino nero di grossa taglia era stato avvistato girare nelle campagne di San Severo ma la presunta pantera non è mai stata trovata. A questi avvistamenti di gennaio era seguita poi una nuova segnalazione a giugno.

Nello stesso periodo – precisamente a maggio – un altro grosso felino era stato segnalato in Campania.

Pantera a Ostuni? Ci sarebbero alcuni riscontri

Dopo gli avvistamenti di gennaio, tornano dunque nuovi avvistamenti, questa volta nelle campagne di Ostuni. Un passante avrebbe avvistato un grande felino nero lungo la strada dei colli. Giusto qualche istante, poi la presunta pantera sarebbe scomparsa tra la vegetazione.

Qualche riscontro ci sarebbe: gli agenti del commissariato di polizia avrebbero ritrovato alcune tracce sul terreno compatibii con quelle di un grosso felino. Inoltre alcuni cani sono stati ritrovati morti, forse sbranati dallo stesso animale anche se solo l’esame del dna potrebbe accertarlo con certezza.

Il sindaco: “Prestate la massima attenzione”

A riferilo è il sindaco Guglielmo Cavallo, che in un post su facebook invita tutti i suoi concittadini a prestare la massima attenzione:

“È stata segnalata la presenza di un animale di grossa taglia, presumibilmente una pantera, libera nella zona della nostra selva. Il commissariato di Pubblica sicurezza ha confermato la presenza di tracce di un grosso animale e, purtroppo, alcuni cani sono stati ritrovati morti, probabilmente sbranati dal grosso felino. Prestate attenzione e evitate di fare attività fisica all’aperto nella zona segnalata“.