Trovato il virus in questi alimenti congelati

·1 minuto per la lettura
Coronavirus Cina
Coronavirus Cina

In Cina sono state scoperte delle alette di pollo positive al coronavirus, come è stato riferito dalle autorità. La carne di pollo arrivava dal Brasile ma è stata congelata a Shenzhen, nel sud della Cina. Una scoperta davvero molto strana, riportata dal quotidiano Estado de Sao Paulo. Il coronavirus è stato individuato in un lotto di ali di pollo congelato nella città di Shenzhen ma, come spiegato da un esportatore brasiliano, “è difficile sapere in quale fase si sia verificato il contagio“.

Alette di pollo con coronavirus

Le autorità cinesi, dopo la scoperta delle alette di pollo positive al coronavirus, hanno iniziato ad effettuare test sui lavoratori che sono entrati in contatto con la carne di pollo brasiliana. La Cina è uno dei più importanti acquirenti di pollo, manzo e maiale dal Brasile. Pechino, a giugno, ha sequestrato gli acquisti di carne di sei stabilimenti brasiliani di lavorazione della carne dopo la scoperta di focolai di coronavirus tra i lavoratori. Il pollo proveniva da uno stabilimento della Aurora Alimentos nello stato brasiliano di Santa Catarina, ma i test antivirus sulle persone che potrebbero esservi entrate in contatto sono tutti negativi.

Non si tratta di un episodio unico. Tre campioni di imballaggi di pesce congelato importato erano positivi al coronavirus a Yantai. Anche l’esterno di una confezione di gamberetti congelati in Ecuador è risultato infettato in un ristorante a Wuhu. Il confezionamento dei gamberetti dell’Ecuador è risultato positivo anche a Xi’an, come ha riportato la televisione. Verranno effettuati tutti i controlli del caso sugli alimenti.