Trovato morto alla stazione di Monselice accanto ai binari: cause sconosciute

Trovato morto alla stazione di Monselice, Padova

L’uomo trovato morto in stazione a Monselice era un italiano di 38 anni, residente nella zona. Il suo corpo senza vita si trovava accanto ai binari. Sconvolto dal terribile ritrovamento, un macchinista presente sul posto ha immediatamente chiamato la Polizia di Stato Ferroviaria. Un medico legale si sta occupando di accertare la dinamica del decesso.

Trovato morto in stazione a Monselice

La causa della morte dell’uomo è attualmente sconosciuta, la Polizia sta eseguendo tutti i rilievi del caso per fare chiarezza su questa situazione misteriosa. Sembra che non sia stato investito da alcun treno, ma si escluderebbe anche la possibilità di un estremo gesto volontario. Il nome del 38enne non è stato ancora rivelato.

I precedenti

Non sono trapelate ulteriori informazioni da Monselice, oltre a quella che riguarda l’età dell’uomo. In grandi città come quella di Milano, non di rado capita di leggere notizie circa senzatetto trovati morti presso le stazioni, com’è successo a giugno 2019 a Centrale.

L’uomo, 69enne rumeno di nome Costantin Stroe, era affetto da cardiopatia e probabilmente è stato stroncato da un malore, visto il caldo record registrato in quel periodo in città.

Un simile fatto di cronaca è capitato anche in Campania, il 7 gennaio 2020: il corpo di un 31enne è stato ritrovato senza vita presso la stazione di Caserta. Identificato come Vincenzo Sellitto, sposato da pochi mesi, le cause della sua morte non risultavano chiare ma sembrava potesse aver avuto un malore.