Trovato morto Carlo Morandi: era scomparso lo scorso novembre

·2 minuto per la lettura
Carlo Morandi morto
Carlo Morandi morto

A circa sei mesi di distanza è arrivata la notizia più drammatica. Dal Po in secca è emerso il corpo senza vita di Carlo Morandi. L’uomo che aveva 63 anni era scomparso circa sei mesi fa e precisamente nella notte tra il 6 e il 7 novembre. Da allora di lui non si era più saputo nulla, facendo dunque partire una fitta ricerca che è arrivata sui social, ma non solo. Adesso arriverà la parte più complicata, capire come l’uomo possa avere trovato la morte.

Carlo Morandi è stato trovato morto: il corpo si trovava ancora dentro la sua auto

Il corpo del 63enne che era scomparso dalla sua casa di Correggioli (comune di Ostiglia), si trovava ancora intrappolato nella sua auto, quando è stato rinvenuto da alcuni pescatori nella giornata di venerdì 15 aprile. Questi ultimi avrebbero avvistato il veicolo che nel frattempo stava emergendo dalle acque del Po. Ad intevenire sul posto gli operatori sanitari del 118, i vigili del fuoco e i carabinieri. Il cadavere, in stato di decomposizione avanzato sarebbe stato trasferito nella camera mortuaria dell’ospedale di Mantova.

Restano da chiarire le cause del decesso

Si cerca nel frattempo di capire quali possano essere state le cause del decesso. Il corpo senza vita del 63enne si sarebbe trovato nel posto di guida ancora con le cinture di sicurezza allacciate, un dettaglio questo che potrebbe fare presumere che possa avere accusato un malore o che si sia trattato di un gesto volontario.

Stando a quanto si legge sulla testata Mantova Uno, il veicolo (una Fiat Panda) è stato messo sotto sequestro al fine di verificare se alla base vi sia stato un malfunzionamento che possa aver portato l’uomo a perdere il controllo del mezzo. Tale ipotesi sarebbe stata esclusa dagli inquirenti in quanto Morandi avrebbe in tal caso cercato di uscire dal mezzo. La posizione del cadavere sarebbe stata dunque diversa. In ogni caso per sapere ulteriori sviluppi sulla vicenda sarà necessario attendere l’esito dell’autopsia.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli