Trovato morto in cella John McAfee, il creatore dell’antivirus

·1 minuto per la lettura
featured 1399354
featured 1399354

Roma, 24 giu. (askanews) – John McAfee, creatore del celebre software antivirus che porta il suo nome, è stato trovato morto in cella nel carcere di Barcellona. Un tribunale aveva appena ordinato la sua estradizione negli Stati Uniti, dove è accusato di frode fiscale.

L’uomo d’affari 75enne, secondo un portavoce delle autorità carcerarie della Catalogna, “apparentemente si è suicidato”. Le guardie che lo hanno trovato, e i servizi medici della prigione, hanno provato a rianimarlo ma era troppo tardi.

Dopo aver fatto una fortuna con l’antivirus negli anni ’80, McAfee era diventato un guru delle criptovalute, con cui sosteneva di guadagnare 2.000 dollari al giorno ed era seguito da quasi un milione di persone su Twitter.

Era stato arrestato nell’ottobre 2020 all’aeroporto di Barcellona, poco prima di imbarcarsi per Istanbul, il giorno dopo che un procuratore degli Stati Uniti aveva emesso un atto d’accusa contro di lui per non aver dichiarato milioni di dollari di reddito dalla promozione di criptovalute.

In un tweet pubblicato il 16 giugno 2021, aveva scritto di non avere “nessun rimpianto”.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli