Si è ucciso Giacomo Sartori, l'informatico scomparso a Milano

·1 minuto per la lettura

AGI - Giacomo Sartori, il 30enne di Mel (Belluno) scomparso dallo scorso venerdì sera, si è tolto la vita. Il cadavere è stato trovato nelle vicinanze della sua auto aziendale rintracciata due giorni fa a Casorate Primo (Pavia).

Il giovane era scomparso da Milano, città in cui lavorava, da sabato 18 settembre. L'auto aziendale che aveva in uso era stata trovata nel pomeriggio dello stesso giorno.

La Prefettura di Pavia aveva avviato le ricerche nell'area in cui era stata trovata l'auto, una Polo. Le condizioni del veicolo erano buone. L'unica anomalia riscontrata dagli inquirenti nelle ore precedenti alla sua sparizione era stato il furto dello zaino subito dal giovane informatico in un'enoteca tra Porta Venezia e piazza della Repubblica. 

Sabato 18 settembre Giacomo aveva disertato gli appuntamenti già fissati e dall'azienda di Assago dove lavorava era stata contattata la famiglia. Secondo le informazioni confermate dall'associazione Penelope, a cui la famiglia si sta appoggiando in queste ore, era stato visto per l'ultima volta venerdì sera nel locale in cui poi è avvenuto il furto.

Intorno alle 23,30 si era allontanato manifestando solo un leggero turbamento per il furto. 

 

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli