Siracusa, agente penitenziario morto travolto dal fango

webinfo@adnkronos.com

Un agente di polizia penitenziaria, Giuseppe Cappello, 52 anni di Rosolini, è morto travolto dal fango a Rosolini (Siracusa). Il suo corpo è stato ritrovato sulla statale 115 nel siracusano. L'uomo è stato trovato dai vigili del fuoco di Palazzolo in un terreno a poca distanza dalla sua autovettura. Secondo la ricostruzione, l'agente sarebbe rimasto in panne con l'auto, ma dopo essere sceso sarebbe scivolato e poi sarebbe stato trascinato dalla corrente. La Procura di Siracusa ha aperto un'inchiesta. 

“Comunico alla cittadinanza che dopo una difficilissima notte di lavoro la Protezione Civile Comunale sta provvedendo alla ricognizione dei danni e alla viabilità su tutto il territorio comunale per una valutazione della richiesta dello stato di calamità” ha annunciato il sindaco di Noto, Corrado Bonfanti, all’indomani della lunga notte di maltempo che ha visto la Sicilia Orientale colpita da forti raffiche di pioggia che hanno provocato disagi e danni.  

Per il perdurare dell'allerta meteo rossa, proclamata dalla Protezione civile regionale, scuole chiuse anche oggi in diversi comuni siciliani. Il sindaco di Catania, Salvo Pogliese, d'intesa con l'assessore comunale alla protezione civile Alessandro Porto, ha firmato la relativa ordinanza che prevede, tra l'altro, per oggi la chiusura degli edifici scolastici di ogni ordine e grado e l'interdizione delle aree pubbliche potenzialmente a rischio quali parchi e giardini pubblici, mercati e cimiteri. Tra gli altri, anche il sindaco di Caltagirone, Gino Ioppolo, d'intesa con l'assessore alla Protezione civile Francesco Caristia, ha disposto lo stesso provvedimento di chiusura delle scuole. Intanto, continuano senza sosta le operazioni di rimozione di fango e detriti dalle strade provinciali dell'agrigentino.