Truffa anche sugli arresti domiciliari, brianzola finisce in carcere

(Adnkronos) - No, la truffa sugli arresti domiciliari non poteva durare all'infinito. Per la terza volta è evasa da casa, ma alla fine una donna di 47 anni di Briosco, in provincia di Monza, conosciuta per essere una truffatrice seriale è stata riacciuffata da carabinieri e portata questa volta dietro le sbarre del carcere di Bollate. Nubile, disoccupata, disabile, sfruttando la solidarietà per la propria paraplegia la donna tra maggio e ottobre del 2020 aveva messo a segno 14 colpi nelle province di Monza, Lecco e Como. La donna, che al momento ha ancora tre procedimenti penali in corso, di stare a casa pare non ne volesse proprio saperne. Ancora lo scorso maggio ancora i carabinieri l'avevano sopresa nell'abitazione di un uomo che, colpito da foglio di via, aveva cercato di immergersi nello scantinato allagato.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli