Truffa delle telefonate, prosciugati i conti degli utenti

truffa telefonate

In arrivo dalla Tunisia una truffa telefonica molto pericolosa per gli ignari utenti, vittime dei malviventi. Si tratta di telefonate mute che apparentemente hanno tutta l’aria di un banale scherzo, ma che nascondono in realtà una grande pericolosità perché potrebbero prosciugare il conto di chi accetta la chiamata nel corso di una manciata di secondi.

Truffa delle telefonate

La truffa che sta tornando in auge dalla Tunisia non è novità, bensì un evergreen comparso circa una decina di anni fa, riportato alla ribalta di recente. Le ignare vittime, infatti, ricevono una semplice telefonata da numeri particolari, non italiani. Il punto focale sta nel giocare sulla curiosità della vittima, che ricevendo uno squillo da un numero sconosciuto, non appena se ne accorge lo ricontatta. Quando l’utente ricompone infatti il numero straniero, parte la truffa: dal credito residuo della vittima viene scalata un’altissima cifra, che può arrivare fino a 1,5 euro al secondo.

Come evitare la truffa

Alcuni media hanno messo in guardia gli utenti spiegando quali sono i metodi più efficaci per evitare di ricadere nel pericolosissima raggiro che potrebbe costare davvero caro alle povere vittime che credono di ricontattare una persona che li ha cercati. Uno dei metodi per tenersi a distanza da truffe di questo tipo è creare sul proprio telefono cellulare una black list nella quale inserire tutti i numeri indesiderati. Leggo invita a prestare particolare attenzione a due numeri telefonici: +216 28 915 036, +216 28 914 685. Come consigliano gli esperti, è fondamentale non ricontattare questi numeri per alcun motivo.