Truffe agli anziani: 5 arresti tra Milano, Parma e Salerno -2-

Red-Alp

Milano, 18 nov. (askanews) - Secondo quanto riferito dall'Arma, il gruppo criminale aveva base operativa in provincia di Milano ed era attivo nel Nord Italia. Al momento gli vengono contestati 23 episodi di truffa agli anziani (di cui 18 consumate/tentate a Milano e 5 a Torino) per un bottino di circa 260mila euro. Sempre per l'accusa, il gruppo era strettamente collegato, anche per vincoli parentali, ai vertici della macro associazione smantellata l'8 novembre scorso con 52 misure cautelari nell'ambito dell'operazione "Condor". Anche i cinque arrestati infatti, spesso portavano a Napoli i monili in oro rubati, "sfruttando i consolidati circuiti criminali" riconducibili al clan di camorra Contini del capoluogo campano.

I provvedimenti di custodia cautelare eseguiti oggi hanno riguardato, un solo soggetto libero, due già in carcere, un sorvegliato speciale gravato dall'obbligo di firma e un altro che si trovava affidato in prova ai servizi sociali. Le indagini, avviate nel maggio 2017, sono state svolte anche questa volta dai carabinieri del Comando provinciale di Milano ma coordinate dai pm meneghini Giancarla Serafini e Lucia Minutella, sotto la direzione del procuratore aggiunto Eugenio Fusco.

Con questi arresti, nell'ultimo triennio la procura di Milano, coordinando le indagini dei carabinieri milanesi, ha ottenuto 14 provvedimenti cautelari che hanno riguardato 25 persone, ritenuti responsabili di ben 129 truffe ad anziani.