Truffe a Inps Palermo, due arresti e sequestro da 100mila... -2-

Xpa

Palermo, 14 gen. (askanews) - Gli indagati preparavano il "candidato" su come poter agevolmente "passare" la visita di controllo (farsi trovare a letto, far aprire la porta da familiari, evidenziare incapacità a deambulare, con luce e TV spenta).Alla liquidazione dei benefici ottenuti dal presunto "invalido", gli autori della truffa passavano alla riscossione del pagamento per la prestazione illecita secondo un tariffario pari di solito agli arretrati erogati dall'INPS, tendenzialmente corrispondenti a circa 12 mensilità.

L'operazione, denominata "Igea" ha consentito di smascherare casi eclatanti di falsificazione della realtà come ad esempio un invalido totalmente non vedente, intento a recuperare nella cassetta postale fuori casa la posta per poi leggerla; diversi invalidi non in grado di camminare autonomamente, ma in grado di guidare l'auto o di recarsi al bar o presso esercizi commerciali in assoluta autonomia; un invalido con indennità di accompagnamento, in grado però di dilettarsi in balli di gruppo. Agli arrestati vengono contestati i reati di concorso in truffa ai danni dello Stato, truffa aggravata per il conseguimento di contributi pubblici, falsità ideologica, traffico di influenze illecite.

Con lo stesso provvedimento è stato disposto il sequestro di 100.000 euro pari al profitto illecito al momento quantificato.