Truffe, l’oscuro mondo della Rete offre una fantomatica lotteria Facebook milionaria

·2 minuto per la lettura
Truffe online
Truffe online

L’ennesima truffa online gira in Rete ormai da tempo: l’estrazione di una cifra pari a un milione di euro su Facebook è l’ultima trovata che circola sui social network. La notizia è stata riportata e analizzata dalla testata Giornalettismo.

Truffe online, la nuova trovata su Facebook

Su diversi dispositivi sta circolando la falsa estrazione di un milione di euro che Facebook vorrebbe donare grazie alla lotteria Covid-19. Un raggiro nel vero e proprio senso della parola che pone l’accento su un grave problema sito nella Rete. Il social diventerebbe una sorta “di ente benefico che mette a disposizione una cifra fantomatica” si legge sul Giornalettismo. Purtroppo ci sono ancora tante persone che credono a questi inganni social e cascano nella trappola. Basta comunque fare una semplice ricerca su Internet per capire che si stia trattando di una truffa online in chiaro stile e dai contorni ben definiti. Sulle caselle di posta elettronica starebbe inoltre girando un’email di un tale Chester Hoffman di Palo Alto che annuncia la vittoria della lotteria Facebook Covid-19.

Truffe online, il messaggio di posta elettronica

Il tale Chester Hoffman avrebbe persino aggiunto in calce un indirizzo di posta elettronica Gmail, inserendo anche il link di Facebook come prova della sua “autenticità”. Per ottenere il premio l’intende dovrebbe fornire nome, indirizzo, telefono, professione, età, sesso e altre informazioni personali. Si tratta quindi a tutti gli effetti di un tentativo di truffa bella e buona. Si può facilmente comprendere la truffa visto l’inglese sgrammatico scritto sull’email, la firma e il link a Facebook. Questi tipi di tentativi sono soltanto gli ultimi di una lunga lista. Nel caso specifico, però, ad entrare in gioco è la voglia, da parte dei truffatori, di sfruttare il momento di pandemia per trarne benefici.

Truffe online, altri casi

Altre truffe studiate nei minimi dettagli hanno preso di mira, durante gli scorso mesi, anche gli anziani. Il personale di polizia ha bloccato una pericolosa organizzazione che ha colpito, in almeno 50 occasioni, in provincia di Novara. Le accuse sono di associazione a delinquere di carattere transnazionale. Secondo gli inquirenti la base logistica del gruppo si trovava in Polonia. Le persone si fingevano parenti in difficoltà per colpa di un incidente, oppure in ospedale a causa del Covid-19. I truffatori sono riusciti a ottenere oltre 400mila euro tra gioielli e denaro. Anche Whatsapp è un altro luogo virtuale in cui girano le insidie delle truffe.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli