Truffe online, blitz nel napoletano: trovati gioielli in una culla

truffe online

Offrivano polizze assicurative a basso costo e contratti per luce e gas a prezzi stracciati. I clienti, attirati dalla convenienza delle offerte abboccavano, ma non appena il denaro veniva versato, i sedicenti gestori sparivano nel nulla intascando la cifra versata dopo averla prelevata in contanti. Una vera e propria truffa online nella quale sono caduti numerosi consumatori che si sono poi rivolti alle forze dell’ordine. Gli inquirenti, trovandosi di fronte ad una serie di denunce fotocopia, hanno fatto partire le indagini che hanno portato alla perquisizione nel rione Sanità.

Truffe online: perquisizione a Napoli

Gli agenti dell’Unità Operativa Polizia Investigativa Centrale della Polizia Municipale ha attivato le indagini partendo da accertamenti sul territorio e intercettazioni telefoniche. Monitorando le utenze dei tre fratelli, gli inquirenti hanno individuato le basi di appoggio che hanno poi permesso di far scattare la perquisizione e il sequestro avvenuto con un blitz nella mattinata di ieri. In uno degli appartamenti gli agenti hanno ritrovato 115 mila euro mentre in un altro 38 mila per un totale di 153 mila euro in contanti. Ritrovati anche 5 Rolex, 3 bracciali di diamanti e altri beni di lusso per un valore complessivo di 250 mila euro. Parte del bottino era nascosto all’interno di una culla per neonati sotto le coperte.

La truffa

La truffa messa in piedi dai fratelli aveva luogo sul web. Le vittime venivano adescate attraverso convenientissime tariffe per assicurazioni e utenze. I clienti pagavano il contratto, che non veniva mai stipulato, mentre i malviventi sparivano nel nulla con il denaro. Dalle indagini è emerso che i tre avevano già messo in atto una truffa al Vomero promettendo ai clienti di investire denaro in Bitcoin limitandosi però a intascare il denaro.