Trumbore: Premio Balzan importante perché finanzia la ricerca

·2 minuto per la lettura
featured 1541542
featured 1541542

Roma, 19 nov. (askanews) – “Questo premio significa moltissimo per me, anche perché è unito a un finanziamento per la ricerca che ci permette di continuare a studiare il futuro delle Foreste Tropicali”. Susan Trumbore ha ottenuto il riconoscimento dei premi Balzan per la dinamica del sistema terra.

“Penso che la Fondazione Balzan mi abbia conferito il riconoscimento perché nel 2020 avevano evidenziato quanto l’uomo sta cambiando rapidamente il pianeta e ciò che possiamo fare per il futuro. Il mio lavoro comprende la comprensione del ciclo del carbonio e cosa controlla quanto resta lì del carbonio che aggiungiamo all’atmosfera bruciando combustibili fossili.

“Ciò che faccio di diverso è che riesco a tracciare quanto a lungo il carbonio rimane nell’ecosistema sulla terra, per questo usiamo il carbonio 14 che è stato prodotto dai test delle armi atomiche occidentali negli anni ’60 e lo stiamo osservando scorrere attraverso l’ecosistema terrestre per poi ritornare nell’atmosfera.

“Questo intervallo temporale tra la fotosintesi e il ritorno dell’anidride carbonica nell’atmosfera attraverso l’ecosistema definisce cose come la quantità di carbonio che possiamo conservare nell’ecosistema, quanto a lungo e ci aiuta sia a capire il ruolo dell’ecosistema terrestre sia quanto carbonio possiamo assorbire in futuro.

“Parte di questo dipende dal fatto che la mia carriera coincide con lo sviluppo di nuove tecniche per misurare l’isotopo del radiocarbonio, dove si possono utilizzare campioni molto più piccoli rispetto a prima, quindi possiamo per esempio osservare molecole specifiche e comprendere il flusso di carbonio attraverso trasformazioni complesse, ad esempio in microbi, terreni e materia organica”.

Sul denaro del premio investito in un progetto di ricerca, spiega: “Stiamo lavorando in una regione del Brasile dove il clima sta cambiando rapidamente, le temperature si stanno alzando più della media globale e quello che stiamo cercando di capire è quale sarà il futuro della foresta: si adatteranno a queste nuove condizioni o come è stato previsto da alcuni modelli si trasformeranno in un nuovo tipo di vegetazione come la savana? E quali saranno le conseguenze per il clima regionale, la conservazione del carbonio e la capacità per gli uomini di mantenere i servizi di cui già usufruiscono”.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli