Trump accusa Obama: “Mise sotto controllo i miei telefoni prima della vittoria. Quanto è caduto in basso”.

Donald Trump si è scatenato sabato mattina in un duro attacco via Twitter contro Barack Obama. Il presidente americano accusa il predecessore di aver messo sotto controllo i suoi telefoni prima delle elezioni. “Terribile! Ho appena scoperto che Obama mi ha intercettato alla Trump Tower appena prima della vittoria – ha cinguettato Trump nel primo di una serie di tweet a ripetizione – Non è stato trovato nulla. Questo è maccartismo”.

How low has President Obama gone to tapp my phones during the very sacred election process. This is Nixon/Watergate. Bad (or sick) guy!— Donald J. Trump (@realDonaldTrump) March 4, 2017

“Quanto è caduto in basso il presidente Obama per far intercettare i miei telefoni durante durante il sacro processo elettorale. Questo è il Nixon/Watergate. Cattivo (o malato) ragazzo?”, ha continuato il tycoon riferendosi allo scandalo che, nel 1974, portò alle dimissioni dell’allora presidente Nixon. La sequela di tweet, pubblicati all’alba americana, continua: “È legale per un presidente in carica monitorare un’elezione presidenziale? Scommetto che un bravo avvocato farebbe un’ottima causa”.

L’attacco – che non è chiaro da cosa sia stato motivato – si consuma nel pieno della bufera per il “Russiagate” che sta travolgendo l’amministrazione Trump per i contatti avuti, durante le elezioni, con rappresentanti del Cremlino.

Usando Yahoo accetti che Yahoo e i suoi partners utilizzino cookies per fini di personalizzazione e altre finalità